LoginLogin
Marca
Modello
Prezzo
Diametro
Anno
Sede
Di più
La tua selezione

La tua selezione

La tua selezione

La tua ricerca non ha prodotto alcun risultato
La tua selezione

La tua ricerca non ha prodotto alcun risultato
La tua selezione

La tua ricerca non ha prodotto alcun risultato
Informazioni generali
Tipo di orologio
Referenza
Di più...
Nuovo/usato
Disponibilità
Sesso
Condizione
Di più...
Corredo
Caratteristiche & Funzioni
Carica
Materiale della cassa
Di più...
Quadrante
Di più...
Vetro
Di più...
Funzioni
Di più...
Altezza
Di più...
Materiale lunetta
Di più...
Quadrante a numeri
Impermeabile
Di più...
Altro
Di più...
Cinturino
Materiale cinturino
Di più...
Larghezza ansa
Di più...
Colore cinturino
Di più...
Materiale di chiusura
Di più...
Cancella

Ordina per

Eberhard & Co. EXTRA-FORT Eberhard & Co. EXTRA-FORT 12.000 

La nascita degli orologi automatici

I primi modelli di orologi automatici risalgono agli orologiai svizzeri Perrelet e Breguet, i quali inventarono un meccanismo automatico per gli orologi da tasca già nella seconda metà del 1700. Per ragioni di carattere culturale e di ordine tecnico, questo nuovo modello di orologio automatico non prese piede nella società dell’epoca. Circa duecento anni dopo però, tal inglese John Harwood, ai tempi della prima guerra mondiale, creò il primo orologio automatico da polso funzionante, brevettato nel 1924 e messo sul mercato nel 1926.

Funzionamento e caratteristiche

Gli orologi automatici hanno la particolarità di avere una molla motrice che permette l’autoricarica grazie al movimento di chi lo indossa, senza bisogno che il possessore debba ricaricare manualmente l’orologio. Il meccanismo funziona grazie ai movimenti del braccio che, facendo spostare la “massa rotante” interna, influenzano gli ingranaggi collegati, fino alla rotazione dell’asse del bariletto e al caricamento della molla. Tra le doti principali degli orologi automatici annoveriamo l’estrema precisione del meccanismo e la continuità dell’energia sprigionata dalla molla. A renderli unici contribuisce anche il vantaggio dell’impermeabilità: non dovendo ricaricare quotidianamente il meccanismo tramite la corona, l’orologio automatico è maggiormente protetto dalle aggressioni degli agenti esterni, come umidità e polvere.

Gli orologi automatici e il loro prestigio

Molti acquirenti di orologi automatici sono persone dinamiche che portano l’orologio quotidianamente al polso, in modo da preservarne il funzionamento ottimale. Le sue qualità fanno sì che gli orologi automatici siano ottimi orologi subacquei, poiché l’autoricarica permette di mantenerne l’integrità senza doverli aprire, rischiando di rovinarne le guarnizioni. Questo tipo di orologi tende a mantenere un fascino costante, proprio per la prerogativa del suo meccanismo e il suo prestigio, portato avanti da produttori illustri quali Rolex, Omega, IWC, Breitling, Blancpain, Longines. Infine tra i modelli più popolari di orologi automatici non possiamo dimenticare i Miyota, gli ETA ed i Seiko.