29.10.2019
 6 minuti

Cos’è la funzione GMT e come si usa?

di Sebastian Swart
Cos'è la funzione GMT e come si usa?
Cos'è la funzione GMT e come si usa? Foto: Bert Buijsrogge

La funzione GMT è una complicazione particolarmente utile per chi viaggia molto, poiché permette di visualizzare rapidamente l’ora locale e del luogo di origine. Pioniere e rappresentante più noto di questa categoria è il Rolex GMT-Master. Cosa significa GMT e come si usa questa funzione?

Cosa significa GMT?

Il Greenwich Mean Time, in passato denominato anche ora universale, è un fuso orario stabilito durante la Conferenza Internazionale sui Meridiani di Washington nel 1884. Partendo dal meridiano zero della Terra, il GMT si determina in base alle misurazioni della rotazione terrestre. Questo meridiano va dal Polo Nord al Polo Sud ed attraversa l’Osservatorio di Greenwich, situato nell’omonimo quartiere londinese.

Inizialmente il GMT era stato introdotto come orario standard mondiale, su cui si dovevano basare tutti gli orari locali del mondo. Uno degli obiettivi era garantire la puntualità dei treni; a quei tempi gli orari delle stazioni si regolavano secondo la posizione del sole, che tuttavia differiva in base al luogo. Come è facile immaginare, questa situazione causava imprecisioni e ritardi. L’orario GMT naturalmente poteva essere di grande aiuto anche per la gestione del traffico aereo e marittimo. La funzione GMT ha svolto un ruolo fondamentale soprattutto nei voli transatlantici degli anni ’50, ma ne parleremo più approfonditamente in seguito.

Per 88 anni il GMT si è basato sulla posizione del sole, ma nel 1972 è stato adeguato all’UTC (Tempo Coordinato Universale). L’UTC si determina in base agli orologi atomici ed è quindi molto più preciso. Diversamente dal GMT, il tempo coordinato universale non è un fuso orario, bensì uno standard orario utilizzato per calcolare le diverse ore locali di tutto il mondo. Alcuni produttori di orologi, come IWC e Sinn, utilizzano la denominazione UTC invece di GMT per descrivere i propri orologi con doppio fuso orario. Ma le due funzioni sono comunque identiche.

Come si usa la funzione GMT?

Rolex GMT Master
Rolex GMT Master

Sul quadrante di un orologio standard, normalmente è indicato un intervallo di tempo di 12 ore. Ciò vuol dire che nell’arco di 24 ore la lancetta delle ore compie due giri completi del quadrante. Per l’indicazione del GMT, l’orologio dispone di un’ulteriore lancetta delle ore tipicamente a forma di freccia e di un colore differente rispetto alla lancetta delle 12 ore. La lancetta GMT compie un solo giro del quadrante nell’arco di 24 ore, dunque la sua velocità di rotazione è la metà rispetto alla lancetta delle ore. Per lo più l’ora GMT si legge tramite la lunetta delle 24 ore o il rehaut.

Gli orologi con funzione GMT non solo hanno un design particolare, ma sono molto pratici per coloro che viaggiano spesso all’estero. Se dovete andare da Roma a Sydney, sicuramente sapete che il fuso orario è di 9 ore. Una volta arrivati in Australia dovete fare dei calcoli per sapere che ore sono in Italia. Il tutto diventa ancora più complicato se si hanno dei parenti che vivono a New York. L’orologio GMT risolve questo problema in modo semplice e veloce.

Modelli come il Tudor Black Bay GMT con calibro di manifattura MT5642oppure il Rolex GMT-Master con calibro 3258dispongono di una lancetta delle ore regolabile separatamente per la funzione GMT. Questo vuol dire che già da Roma, oppure una volta arrivati a Sydney, sarà possibile impostare la lancetta GMT sull’orario del luogo di provenienza.Successivamente sarà necessario impostare la lancetta delle ore sull’ora locale di Sydney. Per sapere anche l’orario di New York si deve spostare la lunetta delle 24 ore, proprio come fatto in precedenza con la lancetta GMT. In men che non si dica sarà possibile visualizzare ben tre fusi orari contemporaneamente.

Il decollo degli orologi GMT

Rolex GMT Master
Rolex GMT Master

 

Come abbiamo già detto, il Rolex GMT-Master è l’orologio GMT più rinomato ed iconico. Rolex ha presentato la prima variante nel 1955, su incarico dell’ex compagnia aerea Pan Am. I primi anni ’50 sono l’epoca dei primi voli transatlantici, che hanno reso possibile attraversare oceani e fusi orari in un solo giorno. Pan Am ha incaricato Rolex di ideare un orologio innovativo per i suoi piloti. L’orologio non doveva essere solo ben leggibile, ma doveva disporre anche di un fuso orario aggiuntivo. Il risultato è stato il Rolex GMT-Master con numero di referenza 6542. La collezione di grande successo GMT-Master fa parte del catalogo di Rolex dal 1955, anno in cui è stato lanciato il primo GMT-Master, che successivamente è stato sostituito dal GMT-Master II. Negli anni i modelli sono stati curati con grande attenzione e per questo sono inconfondibili.

Il GMT-Master è il più noto orologio con funzione GMT, tuttavia non è il primo: il Glycine Airman aveva già visto la luce nel 1953. In quell’anno Samuel W. Glur, l’allora rappresentante di vendita della Glycine SA, durante uno dei suoi molti viaggi ha chiesto ai piloti come dovrebbe essere l’orologio da pilota perfetto. La risposta è stata che l’orologio ideale deve disporre di doppio fuso orario ed essere impermeabile. Brillante uomo d’affari, Glur ha colto subito l’occasione ed ha presentato l’idea a Glycine in Svizzera. Lo stesso anno gli sviluppatori di Glycine sono riusciti a presentare ancor prima di Rolex il primo orologio mondiale: l’Airman. Tutt’oggi l’Airman è uno dei modelli più popolari tra gli appassionati di orologi con funzione GMT.

Differenze e caratteristiche della funzione GMT

Per il suo primo GMT-Master con numero di referenza 6542 Rolex ha utilizzato il calibro 1036, in cui la lancetta GMT dipende dalla lancetta delle ore. Ciò vuol dire che questo movimento non permette di impostare le lancette separatamente. L’indicazione del secondo fuso orario avviene dunque tramite la lunetta girevole bidirezionale con scala delle 24 ore. Solo a metà degli anni ’80 Rolex ha realizzato il calibro 3085, che permette di impostare la lancetta GMT indipendentemente dalla lancetta delle ore. Un altro rappresentante della categoria è il calibro Omega 1128, che anima il Seamaster 300 GMT. Seiko è un’altra marca che offre la funzione GMT con il calibro 9S86, utilizzato in diversi orologi come i modelli Grand Seiko SBGM227 e SGBJ203.

Omega Seamaster GMT-4787
Omega Seamaster GMT-4787, Foto: Bert Buijsrogge

 

I calibri GMT più frequenti

Sviluppare e produrre calibri di manifattura è complicato e costoso. Non tutte le marche orologiere che offrono modelli GMT possono affrontare i costi di produzione, per questo si avvalgono di calibri affidabili di fornitori di movimenti svizzeri. ETA 2893-2e Sellita SW 330-1sono i più rinomati e rappresentano una soluzione relativamente accessibile per entrare nel mondo dei movimenti GMT. Entrambi i calibri consentono l’impostazione indipendente della lancetta GMT, ma non della lancetta delle ore. I movimenti di ETA vengono utilizzati soprattutto dalle marche del Gruppo Swatch, di cui fa parte anche il fornitore di movimenti stesso. Rinomati modelli animati da questi calibri sono il Longines Conquest V.H.P. GMTe lo Union Glashütte Belisar GMT. Pioniere degli orologi GMT, Glycine attualmente utilizza nei modelli Airman i movimenti di Sellita rinominandoli ad esempio B. GL293.

Nel 2002 Glycine ha lanciato un orologio straordinario che indica quattro fusi orari: l’Airman 7. La marca ha raggiunto questo risultato grazie a tre movimenti meccanici che funzionano contemporaneamente su tre indicatori differenti. Questo modello è un’innovazione tecnica ed il suo peculiare design salta subito all’occhio.

Una selezione di rinomati orologi GMT

Oltre ai movimenti e alle varianti di cui abbiamo parlato, esistono molti altri produttori e modelli che indicano un secondo fuso orario in diversi modi. Un esempio è Panerai, che in alcuni modelli presenta l’intera funzione GMT sul quadrante. Il Panerai Luminor 8 Days GMT Ref. PAM00233è dotato di calibro di manifattura P.2002 e di un secondo fuso orario posizionato sul quadrante a ore 9. Questo orologio dispone di una riserva di carica massima di 8 giorni, il suo diametro misura 44 mm ed è impermeabile fino a 10 bar (100 m).

Omega Seamaster Planet Ocean GMT

L’Omega Seamaster Planet Ocean è un altro importante rappresentante degli orologi con funzione GMT. L’orologio a tre lancette è animato dal calibro di manifattura Omega 8906con certificato di cronometro, che offre l’impostazione indipendente della lancetta dei minuti. Normalmente l’ora GMT si legge tramite la scala delle 24 ore della lunetta in ceramica. Con un diametro di 43,5 mm, il Planet Ocean è uno degli esemplari più grandi del suo genere ed è quindi ben vistoso. L’impermeabilità di 600 m (60 bar) non lo rende solo affascinante, ma anche un vero orologio subacqueo.

Tudor Black Bay GMT
Tudor Black Bay GMT

Tudor Black Bay GMT

Tudor ha presentato il Black Bay GMT a Baselworld 2018, riscuotendo un grande successo. L’orologio è uscito in concomitanza del nuovo Rolex GMT-Master II “Pepsi” e mostra diverse somiglianze con l’orologio di Rolex. Caratteristiche sono la lunetta rosso-blu e la lancetta GMT rossa. Il cuore pulsante dell’orologio è il movimento di manifattura MT5652 di Tudor con certificato di cronometro. La lunetta girevole bidirezionale è in acciaio con rivestimento interno in alluminio. La cassa con un diametro di 41 mm è impermeabile fino a 200 m (20 bar). La referenza 79830RB è disponibile sia con bracciale in acciaio, che con cinturino in pelle o Nato.

Continua a leggere

Evoluzione di valore del Rolex GMT-Master e GMT-Master II

Cos’è un tourbillon e come funziona?

Cos’è un movimento di manifattura?


Sull'autore

Sebastian Swart

Sono utente privato di Chrono24 da molti anni: lo utilizzo per comprare e vendere, ma anche per fare ricerca. Gli orologi mi affascinano da sempre. Già da adolescente …

Vai all'autore

Ultimi articoli

Sellita-Magazin-2-1
08.08.2022
Orologi e tecnica
 5 minuti

Sellita vs ETA: innovazioni, qualità dei calibri e storia comune

di Chrono24
Sellita-Magazin-2-1
04.08.2022
Orologi e tecnica
 2 minuti

Sellita: fabbrica svizzera di movimenti

di Thomas Hendricks
B_2_1
19.07.2022
Orologi e tecnica
 8 minuti

Gli scappamenti innovativi in orologeria: microsistemi e silicio

di Tim Breining

In rilievo

Patek-Philippe-Nautilus-2-1
Audemars Piguet
 6 minuti

5 orologi su cui investire nel 2022

di Jorg Weppelink
5-Rolex-Invest-2-1
Rolex
 6 minuti

La nostra Top 5 dei Rolex su cui investire nel 2022

di Jorg Weppelink
Patek Philippe Top 10 Brands Magazin-2-1
Marche
 6 minuti

Top 10 delle migliori marche del momento

di Jorg Weppelink
Patek-Philippe-Nautilus-2-1
Audemars Piguet
 6 minuti

5 orologi su cui investire nel 2022

di Jorg Weppelink
Patek Philippe Top 10 Brands Magazin-2-1
Marche
 6 minuti

Top 10 delle migliori marche del momento

di Jorg Weppelink