05/17/2023
 5 minuti

Gli orologi di Vacheron Constantin: eccellenza e leggerezza

di Barbara Korp
Vacheron-Constantin-2-1

Per noi appassionati, un orologio con la O maiuscola non è mai “uno tra i tanti”. Vogliamo qualcosa di raro e unico, che ci renda speciali nel momento in cui lo indossiamo. Ed è proprio questo il senso del messaggio pubblicitario Vacheron Constantin “One of Not Many”. Uno sguardo alla marca è sufficiente per confermare che non si tratta di un’iperbole. Non solo è la più longeva manifattura in attività senza interruzioni, ma fa anche parte della “santa trinità” dell’orologeria svizzera, insieme a Patek Philippe e Audemars Piguet. A differenza di queste due, però, Vacheron Constantin è meno nota e in un certo senso è considerata una chicca per intenditori.

Ma cos’è che rende così speciale questa marca? E perché consiglio a tutti di prenderla in considerazione? Vacheron Constantin ama definire il suo stile “classic with a twist”, quindi classico con un tocco in più. Gli orologi in catalogo non sono appariscenti, ma colpiscono per la qualità artigianale e per la raffinatezza dei dettagli. Offrono qualcosa di nuovo seppur in chiave tradizionale. In un recente articolo abbiamo già parlato dell’Overseas, la collezione più amata di questa marca. Oggi vi invitiamo ad esplorare altri modelli di Vacheron Constantin che non sono mai “uno dei tanti”. Questo è sicuro!

Historiques American 1921

“Classic with a twist” è uno degli slogan preferiti di Vacheron Constantin. Nessun modello lo incarna meglio dell’Historiques American 1921. L’orologio ispirato ai ruggenti anni Venti salta subito all’occhio grazie all’insolita posizione della corona e del quadrante inclinato. L’accattivante design non è solo stiloso ma anche pratico. Infatti è concepito per migliorare la leggibilità, visto che basta un’occhiata veloce al polso per sapere che ore sono senza dover piegare il polso. Se in passato questa caratteristica era molto utile per piloti di auto e di aerei, oggi è apprezzata anche da chi lavora al computer.

Sviluppato appositamente per il mercato statunitense, negli anni ’20, divenne presto un oggetto di culto e un pezzo da collezione molto ricercato. Anche la sua reintroduzione nel 2021 è stata accolta con molto favore. Soprattutto la variante tradizionale da 36 mm è molto elegante e adatta a ogni occasione. Eppure ha anche un lato alternativo, per la gioia del dandy che si nasconde dentro di noi. Insomma, è un orologio che dopo 100 anni risulta ancora rivoluzionario e moderno come il primo giorno, e non sarà mai superato!

Vacheron Constantin Historiques American 1921
Il Vacheron Constantin Historiques American 1921.

Historiques Cornes de Vache 1955

Le manifatture orologiere svizzere sono molto fiere delle loro radici. Come biasimarle: è una nazione che ci ha donato dei veri capolavori in questo ambito. L’Historiques 1955 Cornes de Vache dà all’orgoglio nazionale una nuova forma, e precisamente quella delle corna di mucca. Le anse con questa particolare forma furono il tratto distintivo del primo cronografo impermeabile presentato nel 1955. Insieme al quadrante relativamente piccolo il risultato è elegante, e crea un contrasto delizioso con il cronografo sportivo dotato di scala tachimetrica.

L’interno non ha nulla da invidiare all’esterno: nel 1955 la manifattura (come anche le altre grandi maison) non realizzava ancora interamente i calibri con funzione cronografo e utilizzava il calibro Valjoux VZ o 23 con ruota a colonne. Questo movimento si distingueva per la perfezione della lavorazione fin nei minimi dettagli. Oggi l’orologio è animato dal calibro in-house 1142, basato su uno dei movimenti più famosi per i cronografi a carica manuale: il Lemania 2310, che fu il calibro di base anche del leggendario Moonwatch di Omega. Il livello di raffinatezza è tale da aver meritato il Sigillo di Ginevra. Se cercate un orologio perfetto in termini di design e movimento, che però sia allo stesso tempo unico, il Cornes de Vache 1955 è quello che fa per voi!

Vacheron Constantin Historiques 1955 Cornes de Vache
Il Vacheron Constantin Historiques 1955 Cornes de Vache.

Égérie: l’haute horlogerie incontra l’haute couture

Ogni collezione della maison propone modelli perfetti anche per le donne, ma una di queste è esclusivamente dedicata al pubblico femminile. Gli orologi Égérie riuniscono infatti due ambiti molto affini: l’haute horlogerie e l’haute couture. Il più palese omaggio al mondo della moda lo troviamo nell’elegante motivo plissé sul quadrante. Un altro riferimento discreto a questo universo è la forma a spillo degli indici. Nonostante i numerosi dettagli sul quadrante e l’utilizzo di molti diamanti, l’orologio mantiene un tono pacato, che non stona nemmeno se indossato con i jeans.

Tuttavia non sarebbe Vacheron Constantin se non aggiungesse anche in questo caso un guizzo particolare, che qui è rappresentato dalla corona e dal datario (o in alcuni modelli le fasi lunari) spostati in alto a destra (a ore 1 e 2). Così la data è molto facile da leggere, senza girare il polso. Il cinturino è disponibile in diversi colori e permette di cambiare velocemente il volto dell’orologio. Difficile dire se si tratti di un omaggio alla donna o ai suoi desideri. La cosa certa è che grazie all’amore per il dettaglio e al pregiato movimento, questo è uno degli orologi da donna più strepitosi nel panorama dei segnatempo appositamente progettati per il pubblico femminile.

Vacheron Constantin Égérie 35mm Roségold
Il Vacheron Constantin Égérie 35 mm in oro rosa.

Historiques 222

Un altro colpo di scena è stata la reintroduzione del modello Historiques 222. Come altri orologi sportivi di lusso, questa variante debuttò negli anni ’70. In realtà il pubblico non lo apprezzò particolarmente e con nemmeno 2.000 esemplari prodotti, venne ritirato dopo soli 8 anni. L’interruzione della produzione fu una buona notizia per i collezionisti che lo possedevano, visto che così l’orologio aumentò di valore, e un dispiacere per tutti gli altri. Incredibilmente, più passavano gli anni più l’orologio risultava moderno, quasi come se il 222 avesse anticipato i tempi.

Il salone Watches and Wonders del 2022 ha segnato il grande ritorno del 222, un modello passato in veste nuova. Le dimensioni originali di 37 mm gli conferiscono un’aura vintage. Allo stesso tempo, cavalca l’onda attuale dei diametri ridimensionati. Come si vede, anche oggi il 222 è un precursore dei tempi e quindi l’orologio ideale per chi non insegue i trend ma preferisce puntare sullo stile intramontabile.

Vacheron Constantin Historiques 222
Il Vacheron Constantin Historiques 222.

Saltarello

Una complicazione che tipicamente associamo a Vacheron Constantin è quella dell’indicazione retrograda. Il suo andamento non è circolare ma limitato a un angolo. Una volta raggiunta la fine di questo spazio, la lancetta torna alla posizione iniziale. Talvolta questa indicazione è usata per la data o il giorno settimanale, ma nel Vacheron Constantin Saltarello viene impiegata anche per l’ora. Da quando l’ora saltante è comparsa nel 1824, è stata regolarmente inserita in diversi modelli. La complicazione usata per l’indicazione dell’ora è un esempio perfetto di stravaganza ed eleganza, proprio come la marca Vacheron Constantin!

Vacheron Constantin Saltarello
Il Vacheron Constantin Saltarello.

Patrimony Retrograde Day-Date

Ovviamente l’indicazione retrograda viene anche impiegata per la data e il giorno settimanale, come nel Patrimony Retrograde Day-Date. Grazie a questa complicazione il quadrante risulta molto ordinato, ben strutturato e facile da leggere. Nonostante la quantità di informazioni, il look dell’orologio resta molto equilibrato ed elegante, come tutti gli esponenti di questa collezione. Ma voi acquistereste un orologio con questa funzione solo per il suo design? O è forse il salto della lancetta ad affascinarci talmente tanto da aspettare per ammirarlo di nuovo? Ditecelo voi!

Vacheron Constantin Patrimony Retrograde Day-Date
Il Vacheron Constantin Patrimony Retrograde Day-Date

Conclusioni

Alla fine non importa se scegliete un orologio della collezione Historiques, se vi siete innamorati dell’indicazione retrograda o se preferite vestire il polso con un Égérie: tutti gli orologi Vacheron Costantin sono “one of not many”. Prima di tutto però sono segnatempo realizzati con amore e passione che non vogliono farsi vedere dagli altri, ma essere piuttosto una coccola per chi li indossa. Tanto eleganti quanto stravaganti, sono dei classici moderni e intramontabili. Modelli fuori dal tempo eppure precursori del tempo. E infine sono i loro dettagli meticolosi a farci scoprire sempre qualcosa di nuovo e apprezzare la loro raffinatezza. Non indicano solo l’ora, ma anche il lato più bello della nostra passione per gli orologi.

Se volete approfondire Vacheron Constantin, non vi resta che seguire questo link.


Sull'autore

Barbara Korp

Gli orologi mi hanno conquistato nel momento in cui ho capito che sono molto più di semplici gioielli: mi sono innamorata del loro affascinante lato tecnico. Tuttavia subito dopo è arrivata la prima delusione, infatti la maggior parte dei modelli era troppo grande per me. Ma io non mi sono arresa e ho coltivato un interesse di nicchia.

Vai all'autore

Ultimi articoli

cartier-rotonde-2-1
04/16/2024
Marche
 4 minuti

Tre orologi Cartier da scoprire

di Thomas Hendricks
IWC-Mark-2-1
03/20/2024
Marche
 4 minuti

Eroi del cielo: la collezione Mark dei Pilot’s Watches di IWC

di Barbara Korp