Hublot e l’arte dell’immagine
Le collaborazioni di Hublot: il mezzo migliore per catturare l'attenzione del pubblico

Jorg Weppelink
05.06.2018
Hublot & Ferrari
Hublot & Ferrari , Foto: Hublot

 

La casa orologiera svizzera Hublot si è guadagnata la reputazione di marca di lusso moderna che affascina il grande pubblico. Negli anni è riuscita ad attirare l’attenzione di molti che altrimenti non avrebbero avuto alcun interesse nell’orologeria tradizionale. Hublot ha saputo avvicinarsi ad un nuovo pubblico stringendo collaborazioni con personalità, team ed organizzazioni benefiche del mondo della musica, dello sport, dell’arte e della moda. Questo ha permesso ad Hublot di trovare un nuovo pubblico e nuovi clienti.

 

Hublot Referee Board
Hublot Referee Board, Foto: Hublot

 

Una delle collaborazioni che hanno dato un forte impulso alla fama di Hublot è quella con il mondo del calcio. Con alle porte la Coppa del mondo FIFA 2018 in Russia, nei prossimi mesi vedrete il nome Hublot molto spesso. La marca ha lanciato la sua campagna per i mondiali di calcio presentando un orologio dedicato a questo torneo: l’Hublot Referee. Oltre alla Coppa del mondo, Hublot ha stretto collaborazioni anche con la Juventus, il Chelsea FC e il leggendario giocatore di calcio Pelé. Vediamo chi sono gli altri partner di Hublot e in che modo cooperano con l’azienda.

 

Hublot e Ferrari

Hublot Big Bang Unico Ferrari, Image: Bert Buijsrogge
Hublot Big Bang Unico Ferrari, Foto: Bert Buijsrogge

 

La casa automobilistica di Maranello è una marca di lusso che ispira l’immaginazione e vanta un’enorme cerchia di appassionati in tutto il mondo. La collaborazione tra Hublot e Ferrari è iniziata nel 2011 e si è concentrata in particolare sul team di Formula 1 della Ferrari, in quanto suo fiore all’occhiello. Naturalmente, le collaborazioni tra marche automobilistiche ed orologiere sono molto comuni. Tuttavia quella tra Hublot e Ferrari è stata molto proficua ed ha fatto aumentare la notorietà di Hublot in diversi mercati.

Parte del successo può essere attribuita al lancio del modello Hublot Big Bang Ferrari Unico. Flavio Manzoni, direttore creativo della Ferrari, ha rivisitato con successo il Big Bang introducendo elementi di design presenti in modelli come la California T, la 488 GTB e la supersportiva ibrida LaFerrari.

 

 

LaFerrari è anche fonte di ispirazione dell’orologio più affascinante nato da questa collaborazione: l’Hublot MP-05 ‘LaFerrari’. Questo modello è stato sviluppato in contemporanea al design attuale dell’automobile e presenta molte caratteristiche speciali. Nessun orologio di Hublot dispone di un numero così elevato di componenti (637 per l’esattezza). Detto ciò, la funzione più straordinaria dell’orologio è la sua incredibile riserva di carica di 50 giorni ed il magnifico vetro zaffiro con una forma che ricorda LaFerrari.

 

Hublot e Depeche Mode

Hublot Big Bang Unico Depeche Mode
Hublot Big Bang Unico Depeche Mode, Foto: Hublot

 

La collaborazione di Hublot con la band britannica Depeche Mode è più insolita. Il leggendario gruppo musicale è diventato partner di Hublot nel 2010 e ciò ha dato luogo a diversi progetti. Questi sono resi speciali dal fatto che il ricavato della vendita degli orologi in edizione limitata viene devoluto in beneficenza a ‘charity: water’. Questa organizzazione non profit si adopera affinché le persone dei paesi in via di sviluppo possano avere accesso all’acqua potabile.

È possibile che la collezione di orologi di maggior spicco nata da questa collaborazione sia il loro ultimo progetto: l’edizione limitata ‘The Singles’ della serie Big Bang, lanciata nel febbraio di quest’anno. Ognuno dei suoi 55 esemplari è dedicato ad uno dei 55 singoli della band.

 

Hublot Big Bang Depeche Mode The Singles
Hublot Big Bang Depeche Mode The Singles, Foto: Hublot

 

Per sviluppare un prodotto davvero speciale, i Depeche Mode ed Hublot hanno lavorato con la marca di valigie di lusso Rimowa e con la famosa compagnia giapponese di strumenti elettronici Roland. I quattro soggetti hanno realizzato 55 set unici costituiti da un orologio Hublot Big Bang in un bagaglio a mano Topas Stealth Rimowa realizzato in alluminio nero anodizzato. La valigia contiene anche un sintetizzatore Roland JP-08. Il set completo è un rimando al sintetizzatore usato dalla band britannica per produrre i suoni elettronici caratteristici della loro musica. Tutti gli orologi sono dotati di 72 ore di riserva di carica, cinturino colorato con cinghie abbinate e borchie in caucciù che ne mettono in risalto il carattere rock ‘n’ roll. Ogni quadrante dispone di un disco sul quale è riprodotta una parte della copertina del relativo singolo. Il fondello della cassa mostra l’immagine di copertina intera del singolo assieme al logo di ‘charity: water’.

 

Hublot e Lapo Elkann

Lapo Elkann Hublot Italia Independant Partnership
Lapo Elkann – Hublot – Italia Independent, Foto: Hublot

 

Un’altra collaborazione straordinaria è quella tra Hublot e Lapo Elkann, creatore di Italia Independent e pronipote del fondatore della FIAT Gianni Agnelli. La manifattura ed Elkann hanno lavorato insieme in molte occasioni per realizzare diverse collezioni straordinarie. Dal 2014, Elkann ed il suo brand di stile e creatività Italia Independent hanno sviluppato versioni davvero speciali dei modelli Hublot Big Bang ed Hublot Classic Fusion.

Nel 2015, le due marche hanno presentato l’Hublot Big Bang Unico Italia Independent: quest’ultimo è realizzato in Texalium®, un materiale prodotto direttamente da Hublot. Si tratta di una fibra di carbonio rivestita di alluminio, che rende l’orologio particolarmente leggero. La sua finitura è particolarmente brillante e dona colore alla cassa grazie al rivestimento in alluminio. Disponibile in blu e grigio, l’orologio ha in dotazione un paio di occhiali da sole firmati Italia Independent. Anch’essi sono realizzati in Texalium® e dispongono di lenti adattabili di ottima qualità. Nel 2016, la collaborazione tra Hublot ed Italia Independent si è rafforzata con l’introduzione delle tre versioni mimetiche dell’Hublot Big Bang, disponibili negli stessi materiali degli orologi dell’anno precedente.

 

Hublot Classic Fusion Chronograph Italia Independent
Hublot Classic Fusion Chronograph Italia Independent, Foto: Hublot

 

Nel 2017, Elkann e Hublot hanno collaborato con la sartoria napoletana Casa Rubinacci; da qui è nata la collezione Hublot Classic Fusions, composta da sei diversi modelli. Casa Rubinacci ha addirittura permesso ad Elkann di accedere ai suoi archivi, che contengono un’ampia collezione di tessuti classici. Il direttore creativo Luca Rubinacci, Hublot ed Elkann hanno scelto una collezione di tartan e tessuti in lana a quadri degli anni ’70, a cui hanno donato nuova vita utilizzandoli per quadranti e cinturini. Il loro design eccezionale rende la collezione unica ed interessante per coloro che vogliono fare tendenza.

 

Hublot e Sang Bleu

Hublot Sang Bleu Partnership
Hublot – Sang Bleu, Foto: Hublot

 

Infine vogliamo parlare della collaborazione tra Hublot e Sang Bleu. Non ne avete mai sentito parlare? Non vi preoccupate. Sang Bleu è una rivista di arte contemporanea, cultura, moda e design avviata nel 2006. Nel 2015, il fondatore Maxime Büchi ha ridefinito l’azienda come una “piattaforma mediatica multidisciplinare e un’agenzia creativa”. Il business ha sede a Londra ed è collegato a due studi di tatuaggi a Londra e Zurigo. Il nome ‘Sang Bleu’ è associato a molti progetti creativi, editoriali e tipografici. L’azienda ha collaborato anche con altri artisti e designer di moda, inclusi quelli di Hublot.

La combinazione di design orologiero ed arte rende unico il modello Hublot Big Bang Sang Bleu. Mentre il frutto di molte collaborazioni tra orologiai ed artisti sono edizioni limitate con poche peculiarità orologiere, Büchi è riuscito a trasformare le sue idee in un vero e proprio orologio: il Big Bang Sang Bleu Buchi. Gli elementi geometrici che compongono quadrante, cassa e cinturino sono un chiaro riferimento allo stile dei tatuaggi di Büchi. Per le scale di ore e minuti l’artista ha introdotto un nuovo carattere creato dalla sua agenzia di design, la Swiss Typefaces. Il risultato è una vera opera d’arte per il vostro polso.

 

Hublot Big Bang Sang Bleu
Hublot Big Bang Sang Bleu, Foto: Hublot

 

Le collaborazioni menzionate in questo articolo sono solo una piccola selezione di tutte quelle intraprese da Hublot nel corso degli anni. Ci sono molti altri ambasciatori della marca Hublot, come il campione di box Floyd Mayweather, il prodigio della musica Lang Lang, la star dell’atletica Usain Bolt e la top model internazionale Bar Refaeli. Tutto ciò è dimostrazione di come la marca Hublot sia riuscita sia a superare i confini culturali e tecnologici, sia a creare un legame con un pubblico eterogeneo scegliendo i partner giusti per realizzare modelli unici.

 

Continua a leggere:

Non solo marketing: le grandi storie dei marchi

Alfa Romeo GTA si allea con il Lemania Monopusher Chronograph

Da Le Corbusier a LeCoultre – I nessi tra arredamento moderno e orologi raffinati


Jorg Weppelink
Di Jorg Weppelink
05.06.2018
Tutti gli articoli

In primo piano

Hai domande?
Siamo volentieri a tua disposizione.

+1 646-887-3560

Contatto