05/16/2024
 4 minuti

I tre orologi più economici firmati Patek Philippe

di Aaron Voyles
Patek-Philippe-2-1

I tre orologi più economici firmati Patek Philippe

Nel mondo dell’orologeria di lusso Patek Philippe è sinonimo di precisione e prestigio, ed è tipicamente associata a prezzi esorbitanti, celebrità ed esclusività. Tutto vero, in linea di massima. Eppure, nell’illustre catalogo della manifattura di lusso si celano diversi modelli a prezzi contenuti che incarnano comunque la squisita maestria artigianale e la ricca tradizione di Patek Philippe, offrendo così agli appassionati un punto di accesso al brand. Sebbene le prime referenze e i primi modelli della manifattura a venire in mente siano anche i più costosi ed elaborati, in questo articolo voglio presentarvi tre sofisticati segnatempo con prezzi interessanti. Scopriamo subito queste gemme nascoste e rispondiamo alla domanda: qual è il Patek Philippe più economico?

Patek Philippe Golden Ellipse e Gondolo

Le due collezioni più sottovalutate e accessibili di Patek Philippe, Golden Ellipse e Gondolo, sono anche le più simili. Data la somiglianza, forse l’accostamento è inappropriato, ma non posso assolutamente ignorarle perché hanno davvero tanto da offrire. Per coglierne il valore è fondamentale però conoscere il loro passato.

Le collezioni Golden Ellipse e Gondolo offrono lussuosi dress watch poco noti al grande pubblico. La collezione Gondolo ha sicuramente la storia più interessante. La linea proponeva in origine orologi da tasca che furono venduti dal rivenditore brasiliano Gondolo & Labouriau a un gruppo di 180 collezionisti del club “Gondolo Gang”. Gli orologi fungevano da tessera di affiliazione al club e venivano pagati a rate. Il debito poteva essere estinto vincendo una lotteria. Le Gondolo Gang divennero molto popolari in tutto il Paese, tanto che entro gli anni ’20 Patek Philippe aveva venduto oltre 22.000 orologi da tasca Gondolo ai collezionisti brasiliani. Nei primi anni ’90, Patek attinse a questa storia per ravvivare la collezione Gondolo in versione da polso, completa di linee morbide e avvolgenti, sinuose casse rettangolari e l’impeccabile lavorazione artigianale tipica della manifattura. Il successo fu immediato. Ma poi, con il passare del tempo il Gondolo fu del tutto dimenticato a causa delle sue dimensioni e della sua eleganza. Sul mercato si trovano oggi esemplari meccanici full-size realizzati in metalli preziosi a meno di 10.000 euro (ad esempio le referenze 4224 e 3494). 

Patek Philippe Gondolo Ref. 4224
Il Patek Philippe Gondolo ref. 4224

Un destino simile è toccato al Golden Ellipse. Lanciata nel 1968, la collezione è caduta nel dimenticatoio per gli stessi motivi della Gondolo. La linea ha un carattere fresco, deliberatamente unisex e moderno, ma è sempre e comunque un Patek. Con le sue insolite casse ovali, la ricca storia e la varietà estetica dei suoi quadranti, materiali, finiture, e così via, rappresenta al meglio l’essenza del collezionismo di orologi di brand come Patek Philippe – anche se la maggior parte dei collezionisti non l’ha ancora capito. Grazie alla sua scarsa visibilità, sul mercato si trovano decine di Golden Ellipse meccanici in metalli preziosi a meno di 10.000 euro (ad esempio la referenza 3548). 

Patek Philippe Ellipse Ref. 3548
Il Patek Philippe Ellipse ref. 3548.

Le collezioni Golden Ellipse e Gondolo non corrispondono ai gusti dei collezionisti odierni, che sembrano prediligere segnatempo vintage piccoli, di forme insolite e con elementi estetici marcati. Ma c’è da scommettere che non appena qualcuno inizierà ad aprire gli occhi i due orologi diventeranno costosissimi e sempre più difficili da reperire, specialmente gli esemplari di forme o dimensioni particolari. 

Patek Philippe Calatrava

Lasciamoci alle spalle i due modelli dimenticati e passiamo al ben più popolare Calatrava, l’iconico dress watch di Patek Philippe. Il Calatrava incarna alla perfezione l’estetica elegante e sofisticata della manifattura. La collezione Calatrava fu lanciata nel 1932 dai nuovi proprietari della manifattura per garantire un futuro al brand e rappresenta oggi lo spirito di Patek Philippe. Purtroppo, i dress watch sono passati di moda da un pezzo e di conseguenza un Calatrava superiore a 36 mm si trova anche a meno di 15.000 euro (ad es. la referenza 5119J). 

Patek Philippe Calatrava Ref. 5119J
Il Patek Philippe Calatrava ref. 5119J.

Se non vi dispiace tenere fede alle radici del Calatrava potete orientarvi verso un esemplare tra i 33 e i 35 mm, come la referenza 3468, che può costare meno di 8.000 euro. Un prezzo niente male per un segnatempo immortale di oltre 90 anni realizzato da una delle manifatture più prestigiose al mondo. 

Patek Philippe Neptune

Concludo l’elenco con uno dei modelli ad oggi più misteriosi di Patek. A pensarci bene, tutto questo mistero è sia positivo che negativo, perché il minimo accenno di interesse da parte dei collezionisti negli ultimi sei mesi ha causato un sensibile aumento dei prezzi. Ma il suo carattere misterioso significa anche che è destinato a vivere nell’ombra di un altro modello con bracciale integrato di Patek Philippe, di cui ora mi sfugge il nome (forse avete capito quale). Mi riferisco a Neptune, una collezione orologi sportivi con bracciale integrato di Patek che debuttò nel 1996 al fianco dell’Aquanaut e che è stata prodotta sino al 2005. 

Patek Philippe Neptune
Il Patek Philippe Neptune.

Cassa rotonda con lunetta girevole meccanica e insolito bracciale a sette maglie, il Neptune ha uno stile semplicemente unico. Per questo è l’opzione ideale per chi desidera un orologio con bracciale integrato, ma non vuole il ben più costoso Nautilus (ah, ecco come si chiamava!). Con meno di 20.000 euro potrete mettere le mani su un orologio automatico con bracciale integrato di Patek, che darà il LA a molte conversazioni interessanti. Gli orizzonti orologieri dei vostri interlocutori si amplieranno grazie a questo segnatempo di cui probabilmente non avrebbero mai sentito parlare. Certo, si tratta comunque di tanti soldi, ma l’orologio li vale tutti. Il Neptune è senza dubbio uno dei modelli di Patek più sottovalutati e rappresenta un’alternativa abbastanza accessibile al Patek Philippe Nautilus. 

Conclusioni

Andare alla ricerca degli orologi più sottovalutati e abbordabili di un certo brand è sempre interessante. Certo, l’accostamento di “Patek Philippe” e “abbordabile” non è proprio consueto nel mondo reale, ma trovo comunque che il Gondolo, il Golden Ellipse, il Neptune e il Calatrava dimostrino che anche le manifatture che di solito non sono accessibili offrono delle opzioni economiche. Basta solo sapere dove cercare. 


Sull'autore

Aaron Voyles

Amo tutto dell'orologeria: dal carattere artistico dei design alla tecnica dei movimenti, nonché la storia dei vari segnatempo.

Vai all'autore

Ultimi articoli

Patek-Philippe-2-1
05/10/2024
Patek Philippe
 4 minuti

Patek Philippe: la quintessenza dell’orologeria

di Barbara Korp
Patek-Philippe-Nautilus-2-1
01/18/2023
Patek Philippe
 4 minuti

Ha ancora senso comprare un Patek Philippe Nautilus nel 2023?

di Donato Emilio Andrioli
OFP-30-Patek-Aquanaut_2_1
05/16/2022
Patek Philippe
 6 minuti

Patek Philippe: l’Aquanaut ha la stoffa per diventare il nuovo Nautilus?

di Jorg Weppelink