Login

I volti dell’industria orologiera: Kari Voutilainen

Jorg Weppelink
07.02.2019
I volti dell'industria orologiera: Kari Voutilainen

 

In un settore in costante cambiamento, tutte le grandi marche cercano di catturare l’attenzione del pubblico con la loro lunga tradizione, l’eccellenza tecnica ed un flusso costante di nuovi modelli. Nonostante ciò, sono le marche indipendenti che negli ultimi 10-15 anni hanno conquistato il cuore e la mente degli appassionati di orologi. Perché? Spesso le marche indipendenti credono fermamente che sia più importante creare qualcosa di unico, piuttosto che lanciare semplicemente un nuovo orologio. Il loro successo si deve ad una visione chiara e alle competenze necessarie per dare vita a tale visione. Uno dei nomi più famosi dell’industria orologiera indipendente è Kari Voutilainen. Questo orologiaio finlandese ha trovato la propria strada, creando segnatempo unici nel loro genere e dando il proprio contributo al settore. Entriamo nel mondo di Kari Voutilainen.

 

Gli inizi

La storia di Kari Voutilainen ha inizio ai margini del circolo polare artico, nella città di Rovaniemi, nel nord della Finlandia. Non è esattamente il luogo a cui la maggior parte delle persone pensa quando si parla di orologi di fama mondiale. L’interesse di Voutilainen per gli orologi nasce all’età di 13 anni, dopo che egli fa visita al negozio di riparazione di orologi di un amico di famiglia. Successivamente, all’inizio degli anni ’80, inizia a frequentare la scuola di orologeria di Tapiola, in Finlandia. Nonostante il settore orologiero si trovi nel pieno della crisi del quarzo, Voutilainen è convinto che l’orologeria meccanica sia la strada che vuole percorrere.

 

Kari Voutilainen
Foto: Kari Voutilainen

 

Dopo aver trascorso alcuni anni facendo lavori di riparazione in Finlandia, decide di fare le valigie e di entrare nel mondo dell’orologeria iscrivendosi alla famosa scuola WOSTEP (Watchmakers of Switzerland Training and Educational Program) a Neuchâtel, in Svizzera. Una volta terminati i suoi studi, inizia a lavorare per la casa orologiera svizzera Parmigiani, dove per altri nove anni si occupa di eseguire riparazioni. Durante questo periodo inizia anche a costruire il suo orologio da tasca con tourbillon. Per tre anni Voutilainen dedica le sue serate a questo progetto, che porta a termine nel 1994. Il frutto del suo duro lavoro è l’orologio che lo ha reso celebre.

Nel 1999 Voutilainen lascia Parmigiani per concentrarsi sull’insegnamento presso il WOSTEP e sulla creazione di orologi nel tempo libero. Tre anni dopo, le sue ore di straordinari presso la scuola sono aumentate al punto da limitare molto il tempo che può dedicare ai propri orologi. Nel 2002 decide così di fondare la sua azienda a Môtiers, in Svizzera. Inizialmente produce molto per altre compagnie, in modo tale da poter risparmiare abbastanza ed acquistare gli strumenti per la creazione dei propri segnatempo. Incoraggiato dalle conversazioni con i due orologiai indipendenti Philippe Dufour e Vianney Halter, nel 2004 Voutilainen decide di dedicare più tempo alla propria marca. Entrambi lo spingono ad investire le energie in questa direzione e ad affermare le sue abilità di orologiaio. La scelta di Voutilainen si rivela ottima: nel 2005 presenta un orologio con il suo nome e da quel momento tutto cambia.

 

L’ascesa di una marca

Voutilainen Observatoire
Voutilainen ObservatoireFoto: Kari Voutilainen

 

Dopo che Voutilainen espone il suo lavoro, il pubblico comincia a riconoscerne lo straordinario talento di orologiaio. Voutilainen inizia a produrre orologi partendo da movimenti esistenti, per poi modificarli e migliorarli con diverse funzioni e rifinendoli per raggiungere gli standard più elevati. Il suo Observatoire Limited Edition vince addirittura il primo premio per il “Miglior orologio da uomo” al Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra nel 2007. Questo è il primo dei quattro premi Grand Prix d’Horlogerie vinti da Voutilainen fino ad oggi.

Forte del suo successo, Voutilainen smette di avvalersi di parti e movimenti prodotti da altre manifatture. È giunto il momento di diventare più indipendente e creare completamente i propri orologi. Nel 2007 inizia a realizzare le componenti degli orologi e solo un anno dopo comincia a lavorare al suo primo movimento di manifattura. Ci vogliono tre anni per completare il Calibro 28, che debutta nel modello Voutilainen Vingt-8. La caratteristica più notevole di questo movimento è l’uso di uno scappamento a due ruote invece del classico scappamento ad ancora svizzero.

 

Vingt-8
Vingt-8Foto: Kari Voutilainen

 

Quasi tutti gli orologi attualmente prodotti da Voutilainen sono dotati di un movimento di manifattura con scappamento a due ruote, un sistema più efficiente e meno complicato da produrre internamente rispetto allo scappamento ad ancora svizzero. Voutilainen crea orologi dotati di tecnologie e funzioni differenti, come il tourbillon, la funzione GMT, l’indicatore della riserva di carica, il cronografo e la ripetizione minuti. Ognuna testimonia l’incredibile maestria orologiera di Voutilainen.

 

Un buon occhio per il design

Il desiderio di indipendenza di Voutilainen non si è fermato alla produzione di movimenti di manifattura. Il suo incredibile talento per le finiture di alta qualità combinato con la voglia di creare design differenti lo ha spinto ad acquistare la fabbrica di quadranti Dialtech SA, nelle vicinanze di Saint-Sulpice, in Svizzera. Ha poi rinominato l’azienda Comblémine, in omaggio alla strada di Môtiers dove è situato il suo atelier. Così la sua libertà di produrre orologi indipendentemente, in base ai propri standard e gusti personali, è aumentata ancora.

Gli orologi di Voutilainen sono un’unione di estetica classica e design ordinato. Da quando Voutilainen realizza orologi personalizzati per i propri clienti, le conversazioni con i futuri proprietari influiscono sul risultato finale. La combinazione dello stile caratteristico di Voutilainen e delle richieste individuali dei clienti porta spesso alla creazione di modelli straordinari. Il lavoro di Voutilainen è tanto variegato quanto inconfondibile: solo lui è in grado di creare un orologio dallo stile classico con un quadrante sorprendentemente colorato ed un cinturino in pelle viola.

 

I principi

Masterpiece chronograph II
Masterpiece chronograph IIFoto: Kari Voutilainen

Gli orologi di Voutilainen ne rispecchiano i valori e i metodi. Attualmente (nel 2019), il suo team di 20 collaboratori produce 50 orologi all’anno. Questo team supervisiona ogni passaggio del processo: dal design e dalla produzione di orologi, quadranti e movimenti fino alla finitura minuziosa e all’assemblaggio. L’azienda è completamente indipendente e può così definire i propri standard qualitativi senza dover ricorrere a fornitori esterni. È proprio questa la chiave del successo di Voutilainen. Il suo obiettivo di produrre orologi di fama mondiale non lo ha reso solo un orologiaio di successo, ma anche uno dei migliori esempi di come una visione e un insieme di principi possano dare vita ad un’azienda indipendente di successo nel contesto dell’industria orologiera moderna.

 

Continua a leggere

Cos’è un movimento di manifattura?

Gli orologi raffinati e l’arte dell’attesa

Da Audemars Piguet a Zenith: il team di Chrono24 vi presenta la sua collezione di orologi!


Jorg Weppelink
Di Jorg Weppelink
07.02.2019
Tutti gli articoli

In primo piano