30.04.2021
 5 minuti

La guida agli acquisti di Chrono24: il Rolex Milgauss

di Mathias Kunz
Sul nostro canale YouTube trovi ancora più recensioni, tutorial, discussioni e interviste sul tema degli orologi di lusso

Il Rolex Milgauss è in grado di funzionare perfettamente anche se esposto a campi magnetici di 1000 gauss. Questo era un valore eccezionale nel 1956, l’anno in cui Rolex presentò l’orologio. Il Milgauss si prestava così anche ad essere utilizzato da ingegneri e scienziati che avevano a che fare quotidianamente con forti campi magnetici. Negli anni ’50, il CERN (l’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare) confermò che l’orologio di Rolex poteva resistere tranquillamente a 1000 gauss. Il movimento era circondato da un rivestimento in ferro dolce che lo proteggeva dai campi magnetici. 

Rolex Milgauss ref. 116400GV
Rolex Milgauss ref. 116400GV

Attualmente l’orologio è protetto dai campi magnetici grazie alla combinazione di un rivestimento in ferro dolce e la spirale Parachrom blu realizzata in lega amagnetica di niobio e zirconio. Rispetto a quelle tradizionali, la spirale di Rolex migliora nettamente la resistenza dell’orologio a urti e sbalzi termici. La marca utilizza il calibro di manifattura 3131, che dispone di una riserva di carica di 48 ore e ha la certificazione di Cronometro Superlativo. L’imprecisione giornaliera massima è dunque di +/- 2 secondi. 

Il Rolex Milgauss in dettaglio

Il nome del Rolex Milgauss è formato dalla parola “mille” e da “gauss”, ovvero l’unità di misura del campo magnetico. La versione più recente è stata presentata nel 2014 e si riconosce grazie al quadrante nel cosiddetto colore blu Z, presente solo nel Milgauss. Un altro elemento esclusivo di questo modello è il vetro zaffiro verde, che pare non sia stato brevettato da Rolex poiché nessun altro è in grado di produrlo. La manifattura ginevrina ha presentato questo vetro con la riedizione del Milgauss nel 2007, dopo che il modello era sparito per quasi 20 anni dal catalogo di Rolex. Gli esemplari con il vetro zaffiro verde si riconoscono grazie all’aggiunta “GV” (glace verte) nel numero di referenza. Sono particolarmente richiesti su Chrono24, per questo ne parliamo subito in dettaglio. 

Il Rolex Milgauss ref. 116400GV con vetro zaffiro verde

Il Rolex Milgauss con referenza 116400GV si riconosce subito dal vetro zaffiro verde brillante. Altre caratteristiche sono la cassa Oyster di 40 mm e un bracciale Oyster a tre file in acciaio. La parte superiore delle maglie centrali è lucida, proprio come gli elementi laterali esterni. La parte superiore e inferiore delle maglie esterne è invece satinata. Per la chiusura Rolex utilizza il cosiddetto fermaglio Oysterclasp con sistema di prolungamento Easylink, che permette di allungare il bracciale di 5 mm senza dover utilizzare alcuno strumento. Questo meccanismo è utile soprattutto nelle giornate estive, quando il polso tende a gonfiarsi leggermente. 

Rolex Milgauss Ref. 116400GV: il fondello
Rolex Milgauss Ref. 116400GV: il fondello

Grazie al fondello e alla corona Twinlock a vite, la cassa Oyster è impermeabile fino a 100 m (10 bar). Il Milgauss è quindi adatto per attività acquatiche, come il nuoto e lo snorkeling. 

Rolex sceglie di animare questo modello con l’affidabile calibro 3131, che tuttavia non può essere osservato in azione a causa della protezione in ferro dolce e del fondello massiccio. Quest’ultimo può essere aperto utilizzando un apposito strumento. La spirale Parachrom blu con curva terminale Breguet, il perlage e gli ingranaggi in rosso anodizzato del meccanismo di carica sono così nascosti e ben protetti. La riserva di marcia del 3131 è di circa 48 ore. Questo movimento viene utilizzato già da diversi anni, per questo Rolex potrebbe aggiornare ben presto il Milgauss. Il nuovo calibro 3230 offre un’autonomia di 70 ore ed è già il cuore pulsante dei modelli attuali Oyster Perpetual 41 e Submariner No Date. Quindi anche per il Milgauss è arrivato il momento di modernizzarsi! 

Rolex Milgauss: il calibro 3131
Rolex Milgauss: il calibro 3131

La referenza 116400GV è disponibile anche con il quadrante nero e il numero di referenza è lo stesso della versione blu Z. Il quadrante nero si caratterizza per gli indici arancioni a ore 3, 6 e 9, mentre i restanti sono bianchi. Inoltre, la corona di Rolex sostituisce un indice ricoperto di sostanza luminescente a ore 12. Il quadrante color blu Z dispone di 11 indici luminescenti bianchi. Un elemento comune a entrambe le varianti è la minuteria arancione sul bordo del quadrante. Grazie alla luminescenza Chromalight di Rolex, al buio gli indici si illuminano di blu. È interessante notare che nei primi esemplari Rolex utilizzava sia la Superluminova verde, che la Chromalight; quest’ultima veniva applicata a ore 3, 6 e 9.  

Su Chrono24 trovate anche varianti Milgauss con numero di referenza 116400, incluse le versioni senza vetro zaffiro verde brillante. Questi modelli dispongono di quadrante nero o bianco. Quest’ultimo presenta undici indici arancioni, mentre gli esemplari con quadrante nero hanno esclusivamente indici bianchi. Una delle caratteristiche principali delle versioni Milgauss è la lancetta dei secondi arancione a forma di saetta. 

Sviluppo dei prezzi del Rolex Milgauss 116400GV

Osservando l’evoluzione del valore del Rolex Milgauss referenza 116400GV, si può notare che la variante con quadrante blu Z è quella che ha registrato un buono sviluppo. Sia la versione color blu Z, che quella con quadrante nero costano ufficialmente 7.750 euro. Solo negli ultimi due anni, il prezzo di mercato della versione blu ha superato di quasi 2.000 euro quello di listino: dai 7.200 euro di partenza ha raggiunto i 9.500 euro circa. Dall’inizio del 2019, si è registrato un aumento del costo superiore al 30%. Acquistando un esemplare di seconda mano, si possono risparmiare circa 1.000 euro. Questo modello è dunque un ottimo investimento dal valore stabile. 

Il Milgauss referenza 116400GV con quadrante nero vanta prestazioni simili: all’inizio del 2018 il suo prezzo era all’incirca di 6.600 euro, mentre l’attuale valore di mercato ha raggiunto gli 8.600 euro circa. Proprio come per la variante color blu Z, anche in questo caso si registra un aumento di ben il 30%. Il costo degli orologi di seconda mano è di circa 7.500 euro, dunque il loro valore è altrettanto molto stabile. 

Qual è l’evoluzione del valore della referenza 116400?

Diversi anni fa, Rolex ha interrotto la produzione del Milgauss ref. 116400: la versione con quadrante nero nel 2013, mentre la variante color bianco nel 2016. Il breve periodo di produzione di sei anni ha fatto salire i prezzi alle stelle, soprattutto quelli della versione nera. Attualmente il costo di questo modello nuovo è di circa 12.300 euro, mentre all’incirca cinque anni fa poteva essere acquistato a meno di 6.000 euro. A metà del 2020, il suo prezzo era ancora inferiore ai 10.000 euro. 

Se desiderate acquistare questo Milgauss, vale la pena dare uno sguardo al mercato degli orologi usati. Su Chrono24, potete trovare numerose offerte intorno ai 7.000 euro. Il costo di una ref. 116400 costa così quasi quanto una ref. 116400GV nuova presso un rivenditore autorizzato, ma nettamente meno di un esemplare nuovo. 

La ref. 116400 con quadrante bianco si trova in una fascia di prezzo simile: un orologio usato costa circa 7.000 euro, mentre uno nuovo intorno ai 10.500 euro. 

Rolex Milgauss ref. 116400
Rolex Milgauss ref. 116400

Il Milgauss è un buon investimento?

Recentemente il prezzo delle referenze 116400GV e 116400 del Rolex Milgauss sta registrando un ottimo sviluppo. Nel caso dei modelli con vetro zaffiro verde si può notare che il costo di un esemplare usato è solo leggermente inferiore a quello nuovo; ciò è indice di un ottimo mantenimento del valore. Una referenza interessante per i più intraprendenti è la 116400GV: nel settore, si vocifera che prossimamente Rolex potrebbe sostituire l’attuale Milgauss con un successore. Di conseguenza i prezzi potrebbero continuare a salire, come nel caso della ref. 116400 con vetro zaffiro normale. Gli esemplari nuovi di questo modello diventano sempre più rari e dunque più costosi. In questo caso, vale la pena dare uno sguardo all’offerta del mercato dell’usato. 

Continua a leggere


Sull'autore

Mathias Kunz

Lavoro come redattore di Chrono24 dal 2015: gli orologi sono il mio pane quotidiano. Ciò che mi affascina di più è la raffinatezza della meccanica, che è simbolo …

Vai all'autore

In rilievo

Rolex GMT Master II Pepsi 126710BLRO, Foto: Bert Buijsrogge
Consigli pratici
 5 minuti

Investire in un orologio è una buona idea?

di Jorg Weppelink
La serie Seiko Prospex LX, Foto:Seiko
Modelli
 5 minuti

New entry nella famiglia Prospex: la serie Seiko Prospex LX

di Jorg Weppelink
I migliori orologi a meno di 1.500 €
Guida agli acquisti
 5 minuti

I migliori orologi a meno di 1.500 €

di Tom Mulraney
Rolex GMT Master II Pepsi 126710BLRO, Foto: Bert Buijsrogge
Consigli pratici
 5 minuti

Investire in un orologio è una buona idea?

di Jorg Weppelink
I migliori orologi a meno di 1.500 €
Guida agli acquisti
 5 minuti

I migliori orologi a meno di 1.500 €

di Tom Mulraney

Ultimi articoli

23-Editors-Picks-Laco-Doxa-Nomos_EN_DE
12.05.2021
Guida agli acquisti
 5 minuti

La nostra selezione della settimana: Nomos, Bulgari e Jaeger-LeCoultre

di Mathias Kunz
Extremsport
11.05.2021
Consigli pratici
 8 minuti

5 orologi indistruttibili per situazioni estreme

di Tim Breining
World Record watches
10.05.2021
Consigli pratici
 6 minuti

Sette orologi e sette record mondiali

di Chrono24