08.11.2023
 6 minuti

Omega vs Tudor: una gara testa a testa?

di Donato Emilio Andrioli
Omega-vs-Tudor-2-1

Omega e Tudor sono due delle marche più apprezzate dell’orologeria. Ma in cosa si differenziano le due manifatture di lusso? Chi offre collezioni più varie e interessanti? Chi è superiore in termini di qualità e design? Quali sono le differenze dal punto di vista del prezzo e quale delle due marche ha il valore più stabile? Scoprite tutto questo nel nostro confronto Omega vs Tudor.

La storia di Omega e di Tudor

Omega è una delle marche orologiere più longeve. La storia della manifattura di lusso ebbe inizio nel 1848, quando l’allora ventitreenne Louis Brandt aprì un’officina per la produzione di componenti orologiere. Il nome “Omega” comparve per la prima volta nel 1894, in occasione della presentazione di un nuovo orologio da tasca con calibro omonimo. Il nome vuole evocare l’eccezionale qualità del movimento: Ω è infatti l’ultima lettera dell’alfabeto greco e simboleggia la completezza. Ma è solo nel 1904 che “Omega” diventò il nome ufficiale della marca. La manifattura di Bienne ha creato alcuni degli orologi più emblematici di tutti i tempi. Modelli come l’Omega Speedmaster o l’Omega Constellation fanno parte del suo catalogo da oltre 70 anni. Tuttavia, il suo più grande successo è l’Omega Speedmaster Professional presentato nel 1957. Dopo essere stato selezionato dalla NASA nel 1965, l’orologio ha partecipato a un numero infinito di missioni spaziali ed è ancora oggi l’unico segnatempo ad essere stato indossato sulla Luna. Inoltre, ha avuto un ruolo fondamentale nel salvataggio degli astronauti Jim Lovell, Fred Haise e Jack Swigert durante la sfortunata missione Apollo 13 del 1970.

Bisogna ammettere che Tudor può solo sognare una fama di questo genere. Sin dalla sua fondazione nel 1926 la marca si è sempre vista come produttrice di orologi per la classe lavoratrice. Nel 1936 Hans Wilsdorf, il fondatore di Rolex, acquistò tutti i diritti di Tudor con l’intento di affiancare a Rolex una marca nuova e dai prezzi più abbordabili. Orologi come il Tudor Submariner, oltre ad avere lo stesso nome e design dell’omologo di casa Rolex, erano costruiti con le stesse componenti che in alcuni casi riportavano il logo di Rolex. Tuttavia, grazie ai movimenti prefabbricati di ETA, gli orologi potevano essere venduti a prezzi decisamente più competitivi rispetto a quelli di Rolex. Dopo un periodo tranquillo, nel 2012 Tudor è tornata improvvisamente alle luci della ribalta con la linea di ispirazione vintage Black Bay, la prima collezione indipendente della manifattura. L’orologio ha inaugurato il nuovo orientamento di Tudor ed è oggi uno dei diver più popolari del mondo dell’orologeria.

Die wahrscheinlich ikonischste Uhr aller Zeiten: die Omega Speedmaster Professional
Probabilmente l’orologio più iconico di sempre: l’Omega Speedmaster Professional.

Omega vs Tudor: design e stile

Dal punto di vista del design, le due marche non potrebbero essere più diverse. La maggior parte degli orologi Omega propone design iconici in chiave moderna, mentre gli orologi di Tudor reinterpretano e celebrano i classici di Tudor e Rolex. Gli orologi di Omega sono in prevalenza moderni, mentre i modelli di Tudor sono di ispirazione vintage. Ciò è evidente anche dalla palette colori: Omega predilige colori freddi e talvolta accesi per quadranti e lunette, Tudor opta per colori smorzati e caldi. Anche i modelli dal design più moderno come il Tudor Pelagos celano dei piccoli riferimenti ai tempi andati. Le differenze tra Omega e Tudor sono ancora più evidenti nel design di casse e cinturini.

Die Nähe zu Rolex ist bei der Black Bay trotz eigenständigem Design nicht von der Hand zu weisen
Nonostante il design indipendente, la vicinanza del Black Bay a Rolex è innegabile.

Anche se oggi Tudor è riuscita a emanciparsi, il DNA di Rolex è innegabile. Casse, cinturini e la nuova chiusura dei modelli subacquei attuali mostrano una chiara somiglianza con Rolex. Lo stesso ovviamente non si può dire di un gigante come Omega che propone casse e cinturini dai design unici e altamente riconoscibili.

Omega vs Tudor: collezioni e modelli

Omega vanta un’ampia ed eclettica collezione capace di soddisfare tutti i gusti. L’Omega Seamaster Diver 300M può essere considerato uno degli orologi subacquei attualmente più attraenti, l’Omega Seamaster Aqua Terra è il compagno perfetto per la vita di tutti i giorni grazie alla sua versatilità e l’Omega De Ville Prestige è perfetto per chi è alla ricerca di un dress watch Made in Switzerland. Per non parlare dell’Omega Constellation o del Planet Ocean, due modelli degni di nota ma che non possono competere con il fiore all’occhiello della collezione Omega: il leggendario Omega Speedmaster Professional. Forte di una storia incredibile e di un design intramontabile, il Moonwatch è uno degli orologi più popolari e apprezzati di tutti i tempi.

In questo articolo potete leggere se vale ancora la pena acquistare un Omega Speedmaster Professional.

Eine der aufregendsten Uhren unserer Zeit: die Omega Seamaster Diver 300m
Uno degli orologi più interessanti del momento: l’Omega Seamaster Diver 300M.

Tudor, dal canto suo, non può competere con una tale varietà dato che propone principalmente diver. È vero che modelli come il Tudor Royal o il Tudor 1926 sono piuttosto versatili, tuttavia tra gli orologi più importanti di Tudor troviamo il Tudor Black Bay, lanciato nel 2012, il tanto apprezzato Tudor Black Bay 58 e il recente Tudor Black Bay 54. Il fatto che Tudor abbia molto altro da offrire oltre alla collezione Black Bay è dimostrato da un altro diver di successo: il Tudor Pelagos. Questo orologio in titanio estremamente funzionale trabocca di innovazioni, tra cui una chiusura brevettata che si adatta automaticamente al polso.

Il mio collega Pascal è rimasto sbalordito dalla velocità e creatività di Tudor. Leggete il suo confronto: Tudor Black Bay 58 vs Tudor Black Bay 54

Omega vs Tudor: qualità e tecnica

Entrambe le marche sanno il fatto loro in termini di qualità e offrono esattamente ciò che ci si aspetta da un orologio di lusso: lavorazione sopraffina e sensazioni tattili eccezionali che rendono l’interazione con il segnatempo un piacere assoluto. Che una manifattura come Omega doti tutti i suoi orologi di movimenti di manifattura è abbastanza scontato. In questo senso, Omega punta soprattutto sull’antimagnetismo. Certificato dal METAS, il movimento di manifattura Co-Axial promette una precisione di marcia da 0 a +/- 5 secondi al giorno e una resistenza ai campi magnetici fino a 15.000 gauss. Ancora oggi Tudor ha in catalogo modelli con movimenti modificati acquistati da Sellita, tuttavia la maggior parte dei suoi orologi è animata da movimenti di manifattura certificati dal COSC che non temono il confronto con i calibri di marche più grandi. Anzi! Il Tudor Black Bay Ceramic e la nuovissima versione standard del Black Bay montano movimenti certificati dal METAS. Un chiaro segnale rivolto a Omega?

Das Co-Axial Werk verspricht präzise Gangwerte und Antimagnetismus bis 15.000 Gauß
Il movimento Co-Axial promette valori di marcia precisi e una resistenza ai campi magnetici fino a 15.000 gauss.

Omega vs Tudor: prezzi e mantenimento del valore

Non sorprende quindi che Tudor piaccia sia ai neofiti che agli appassionati più esperti. Nonostante le evidenti similitudini in fatto di qualità e tecnica, dal punto di vista dei prezzi le due manifatture seguono due approcci diversi. Per darvi un’idea: l’attuale prezzo di listino dell’Omega Seamaster Diver 300M è di 6.500 euro, mentre l’ultimo Tudor Black Bay costa 4.350 euro, nonostante i due segnatempo siano piuttosto simili a livello di qualità e tecnica. Anche se il prestigio di Omega è decisamente superiore, Tudor offre un rapporto qualità-prezzo insuperabile.

Hohe Qualität zum vergleichsweise kleinen Preis. Tudor bietet ein unschlagbares Preis-Leistungs-Verhältnis.
Alta qualità a un prezzo relativamente basso: il rapporto qualità-prezzo di Tudor è imbattibile.

Anche dal punto di vista del mantenimento del valore i due contendenti sono alla pari. I loro modelli più popolari hanno un andamento estremamente positivo sul mercato libero, la loro perdita di valore è pressoché nulla e trovano rapidamente un nuovo proprietario.

Tudor è migliore di Omega?

Tudor è sulla buona strada e, grazie all’ampliamento della collezione Black Bay, alla quasi completa transizione verso i movimenti di manifattura e al nuovo movimento METAS, è già da tempo una degna concorrente di grossi nomi del settore come Breitling e Omega. La sorella minore di Rolex è oggi indipendente e propone segnatempo di eccezionale qualità dai bellissimi design vintage e a prezzi impareggiabili. Nonostante tutto, credo che Omega sia ancora un passo avanti rispetto a Tudor, e questo grazie alla sua ampia varietà di segnatempo e alla presenza nella sua collezione di modelli leggendari come lo Speedmaster Professional o il Seamaster Diver. Tuttavia, sono certo che nei prossimi anni Tudor continuerà a deliziarci con i suoi colpi di genio e il suo fascino vintage.


Sull'autore

Donato Emilio Andrioli

L'acquisto del Tudor Black Bay 41 ha segnato per me l'inizio di una nuova grande passione. Mi interesso soprattutto di orologi iconici con una avvincente storia alle spalle.

Vai all'autore

Ultimi articoli

Longines-Legend-Diver-2-1
12.07.2024
Marche
 4 minuti

Top 6 degli orologi Longines

di Barbara Korp
cartier-rotonde-2-1
16.04.2024
Marche
 4 minuti

Tre orologi Cartier da scoprire

di Thomas Hendricks
IWC-Mark-2-1
20.03.2024
Marche
 4 minuti

Eroi del cielo: la collezione Mark dei Pilot’s Watches di IWC

di Barbara Korp