Orologi con suonerie, da non confondere con le ripetizioni

Jonathan Arnold
12.01.2018
F.P. Journe Sonnerie Souveraine, Foto: F.P. Journe
F.P. Journe Sonnerie Souveraine, Foto: F.P. Journe

 

Nell’orologeria meccanica di oggi quello che conta di più è l’estetica. Per controllare l’ora basta guardare il quadrante, anche al buio grazie alle tecnologie luminescenti, e la maggior parte delle complicazioni è strutturata in maniera visuale. Un cronografo flyback, per esempio, indica il tempo trascorso e un calendario perpetuo indica ogni tipo di informazione relativa a giorno, mese, anno, ecc.

Alcuni secoli fa tuttavia, prima dell’avvento dell’elettricità, non era così facile visualizzare l’ora durante la notte. Fu così che venne introdotto il meccanismo a suoneria. Si trattava di una delle prime funzioni di un orologio da tasca, che in alcuni casi precedette addirittura il meccanismo a lancette, ed era in grado di indicare l’orario con un rintocco sonoro.

 

F.P. Journe Sonnerie Souveraine Movement
F.P. Journe Sonnerie Souveraine, Foto: F. P. Journe

 

Considerata una delle complicazioni più intricate dell’orologeria, i segnatempo con questo meccanismo possono essere sviluppati solo da pochi orologiai prescelti. Ma non tutti gli orologi con rintocco sonoro sono uguali. Mentre la maggior parte di essi riproduce il suono in un modo ben preciso, esistono diverse varianti di funzionamento e stile. In parole povere, esistono due categorie ben distinte: ripetizioni e suonerie. Nel presente articolo analizzeremo la differenza tra queste due categorie e vi mostreremo alcuni esemplari straordinari dotati di suoneria.

 

Suonerie e ripetizioni

Il modo più semplice per capire la differenza tra suoneria e ripetizione è apprendere il modo in cui funzionano.

Grande suoneria: un orologio che suona senza coinvolgimento di chi lo indossa; ogni ora il meccanismo rintocca il numero dell’ora attuale ed ogni quarto d’ora ripete l’ora aggiungendo il quarto d’ora o i quarti d’ora.

Piccola suoneria: un orologio che suona ore e quarti d’ora senza coinvolgimento di chi lo indossa; a differenza della grande suoneria il meccanismo non ripete l’ora ogni quarto d’ora; ogni ora completa l’orologio rintocca l’ora attuale e ogni quarto d’ora rintocca il quarto d’ora o i quarti d’ora.

Ripetizione: un orologio con ripetizione standard rintocca le ore a seconda dell’impostazione tramite un pulsante (solitamente posizionato sul lato della cassa). Esistono diverse varianti, come la ripetizione ogni mezzo-quarto e quarto d’ora, ogni 5 minuti ed ogni minuto.

 

 

Le suonerie quindi rintoccano regolarmente con il trascorrere delle ore (più specificamente in momenti prestabiliti sia durante l’ora che allo scoccare preciso dell’ora), mentre le ripetizioni vengono azionate solo su richiesta. Per complicare ulteriormente le cose, le grandi suonerie moderne sono spesso munite di un meccanismo a ripetizione affinché l’utente non debba aspettare un orario specifico per poter ascoltare il suono. Come potete immaginare, le suonerie prodotte da un orologio da polso ogni 15 minuti non sono sempre idonee alla situazione (per esempio se avete una riunione importante, se state dormendo, o entrambi) ecco perché sia le grandi che le piccole suonerie sono solitamente dotate di un pulsante che mette a tacere il meccanismo al momento opportuno.

Ora che sappiamo qual è la differenza tra suoneria e ripetizione, andiamo a vedere alcuni esempi celebri del meccanismo a suoneria (che spesso include anche la ripetizione!)

 

Orologio da polso Philippe Dufour con grande e piccola suoneria

Philippe Dufour Grande Sonnerie
Philippe Dufour Grande Sonnerie, Foto: Watches By SJX

 

Il primo orologio della lista è forse anche quello più importante, semplicemente perché fu il primo della sua categoria. Lo sviluppo di una suoneria è infatti un compito talmente arduo che, sebbene il concetto di meccanismo a suoneria esistesse già dalla fine del XV secolo, si dovette aspettare fino al 1992 finché l’orologiaio indipendente Philippe Dufour riuscisse finalmente ad inserire questa complicazione in un orologio da polso. Considerata l’ultima opera d’arte di Dufour, la selezione iniziale era composta da un totale di quattro orologi (realizzati nel corso di diversi anni) che erano uno più sobrio dell’altro. Nel 1999 propose quindi una versione eccezionale e all’avanguardia con un quadrante in vetro zaffiro che metteva in risalto l’intero meccanismo della suoneria.

Dotato sia di grande che di piccola suoneria, si possono trovare due pulsanti a ciascun lato della corona (oppure sotto la lunetta ad incastro, a seconda delle versioni); uno è per impostare l’orologio in modalità grande o piccola suoneria e l’altro offre la selezione della modalità silenziosa o a rintocco. Con il pulsante integrato nella corona si può attivare il meccanismo a rintocco in ogni momento. Vera opera d’arte, questo modello meriterebbe un articolo a parte per rendergli giustizia.

 

A. Lange & Söhne Zeitwerk Striking Time

 

Nel corso degli anni si sono susseguiti molti orologi con diversi meccanismi a rintocco, ma nessuno è riuscito ad equiparare il successo del Zeitwerk Strinking Time della manifattura tedesca A. Lange & Söhne. Non è la sua complessità a renderlo così acclamato, sebbene non abbia nulla da invidiare agli altri sotto questo aspetto, ma è più che altro l’estetica inusuale. Il Zeitwerk dispone di una indicazione dell’orario definita digitale, sebbene sia puramente meccanica. Un ponte orario che attraversa il centro del quadrante indica le ore ed i minuti ed include le complicazioni dell’ora saltante e dei minuti saltanti.

Più da vicino si riescono ad intravedere due martelletti su ciascun lato del sotto-quadrante dei piccoli secondi a ore 6, che servono a far rintoccare la piccola suoneria. Il martelletto sulla sinistra ha un timbro più basso e suona le ore, mentre il martelletto sulla destra suona i quarti d’ora con un timbro più alto. Questo orologio è privo di ripetizione e non permette quindi di far rintoccare l’orario in un momento scelto da chi lo indossa.

 

F.P. Journe Sonnerie Souveraine

F.P. Journe Sonnerie Souveraine
F.P. Journe Sonnerie Souveraine, Foto: F. P. Journe

 

Gli esperti dell’orologeria indipendente avranno da subito riconosciuto il nome e l’orologio di cui vogliamo parlare adesso. F.P. Journe è da molti considerato uno dei produttori migliori ancora in vita e il suo Sonnerie Souveraine ne è un ottimo esempio. Sei anni di sviluppo sono stati necessari per realizzare questo segnatempo e un mastro orologiaio deve impiegare più di tre mesi per assemblare le 582 componenti.

L’orologio è stato però concepito affinché l’utilizzo fosse il più semplice possibile. Il pulsante ad ore due attiva la ripetizione minuti mentre il pulsante ad ore quattro permette facilmente di selezionare la modalità piccola, grande o silenziosa. Anche se all’apparenza si tratta di un movimento semplice, F.P. Journe ha registrato ben dieci brevetti durante la realizzazione di questo capolavoro, il che è davvero incredibile!

 

Credor Spring Drive Sonnerie

Seiko Credor Spring Drive Sonnerie
Seiko Credor Spring Drive Sonnerie, Foto: Seiko

 

Infine il modello Credor Spring Drive Sonnerie della manifattura giapponese Seiko. Questo orologio si distingue dagli altri di questa lista non solo perché è l’unico segnatempo non europeo ma anche perché la sua complicazione sonora è piuttosto insolita. Non è una grande suoneria e nemmeno una piccola suoneria, è piuttosto una via di mezzo. Il meccanismo offre tre modalità: la modalità “suoneria” con la quale l’orologio rintocca l’orario puntualmente ogni ora; la modalità “originale” con la quale l’orario viene annunciato da un rintocco a tre battiti ogni tre ore, ovvero alle 12:00, alle 3:00, alle 6:00 e alle 9:00; la modalità “silenziosa” con la quale il rintocco viene disattivato completamente.

Passare da una modalità all’altra è semplice e la modalità attivata è indicata dall’apposita lancetta. L’orologio dispone anche di una funzione di ripetizione delle ore manuale. In generale è un modello davvero poco ortodosso ma molto affascinante allo stesso tempo.

 

Altre informazioni sugli orologi e le relative tecnologie:

Orologi ultrapiatti

Orologi con ora mondiale


Jonathan Arnold
Di Jonathan Arnold
12.01.2018
Tutti gli articoli

In primo piano

Hai domande?
Siamo volentieri a tua disposizione.

+1 646-887-3560

Contatto