28.07.2023
 7 minuti

Orologi degli anni 2000 nel 2023: cos’è il neo-vintage e perché dovrebbe importarvi?

di Thomas Hendricks
Orologi degli anni 2000 nel 2023: cos’è il neo-vintage e perché dovrebbe importarvi?

Uno dei migliori modi per trovare degli orologi a prezzi abbordabili è cercare dove gli altri non cercano. Molti ambiscono a orologi vintage dei mitici anni ’50 e ’60, oppure alle migliori novità degli ultimi anni. Spesso si tende a ignorare quel periodo intermedio, a cavallo tra i due millenni, perché privo dell’aura di romanticismo (e anche perché ha dato vita a parecchi modelli non proprio attraenti). Ma questo significa anche che in questa categoria si trovano dei grandi affari!

Quest’anno Chrono24 celebra il suo ventesimo anniversario. Per festeggiare questa importante tappa diamo uno sguardo ai migliori orologi neo-vintage della fine degli anni ’90 e dei primi anni 2000, un periodo spesso ignorato dagli appassionati. Vi dimostro che si sbagliano di grosso!

20 anni fanno la differenza

Abbiamo setacciato la piattaforma e selezionato i 10 orologi migliori di questo periodo sulla base di tutto ciò che sappiamo oggi. Nella lista troviamo orologi fondamentali per il mondo dell’orologeria, che costituiscono dei buoni investimenti o che sono semplicemente bellissimi. Troverete dei Rolex, degli orologi di altre marche e due modelli di cui non dovrei parlarvi perché sto risparmiando per comprarli. Ma ora basta con gli indugi, ecco a voi la lista.

  1. Audemars Piguet Royal Oak 25594
  2. Rolex Daytona “Beach” 116519
  3. Rolex “Zenith” Daytona 16520
  4. Zenith Rainbow Flyback El Primero 02.0480.405
  5. TAG Heuer CS3110 e CS3110
  6. Cartier Santos 2319
  7. Rolex Turn-O-Graph 116264
  8. IWC Da Vinci Perpetual Calendar Chronograph 3751
  9. Omega Speedmaster 3594.50
  10. Patek Philippe Aquanaut 5060A e 5060J

1. Audemars Piguet Royal Oak 25594

Partiamo con il Royal Oak da 36 mm di Audemars Piguet ref. 25594, disponibile in diversi materiali per la cassa e vari colori per il quadrante. Per via del bracciale integrato, l’orologio al polso è più vicino ai 38 mm che ai 36 mm. La configurazione del quadrante è a dir poco incantevole e la simmetria dei totalizzatori per il giorno e la data e per le fasi lunari risalta molto bene alla luce. Il modello vanta una vestibilità eccezionale e offre molto più di un Royal Oak standard con data e ora. I prezzi di questo modello aumentano lentamente ma costantemente, quindi acquistando questo modello eviterete la volatilità delle referenze Royal Oak più comuni e non subirete una perdita nel caso voleste rivenderlo.

Our first pick from the 2000s: an Audemars Piguet Royal Oak 25594
La nostra prima scelta dagli anni 2000: l’Audemars Piguet Royal Oak 25594.

2. Rolex Daytona “Beach” 116519

Se amate la vivace rarità dei quadranti Stella di Rolex, dovete assolutamente vedere i loro omologhi della linea Daytona: le referenze Rolex Daytona “Beach”, un quartetto di Daytona assolutamente fuori dagli schemi in madreperla rosa, madreperla gialla, pietra verde e blu. Ciascun quadrante è incastonato in una cassa in oro bianco con numeri romani sul quadrante Daytona, una vera rarità.

Questi orologi sono sempre più frequenti alle aste e sono difficili da dimenticare. Già solo i bracciali bastano per farvi innamorare. Rolex, solitamente sobria e metodica, rivela con questa linea un lato diverso del suo carattere. Per quanto riguarda i prezzi, la versione rosa è solitamente la più economica con prezzi a partire da 45.000 euro circa. La variante gialla costa poco più della verde, mentre la blu è la più cara in assoluto con un prezzo di circa 135.000 euro. Non si tratta di certo di orologi per tutte le tasche ma guardare non costa nulla!

Pick your color of choice with a Rolex Daytona “Beach” 116519
Il Rolex Daytona “Beach” 116519: quale colore scegliereste?

3. Rolex “Zenith” Daytona 16520

Prima di creare il suo calibro cronografico di manifattura automatico, Rolex ha impiegato il movimento di un’altra manifattura: lo Zenith El Primero, il primo movimento cronografico automatico del mondo che negli ultimi 50 anni ha subito pochissime modifiche. Il terzo orologio della lista è il Daytona “Zenith” ref. 16520 che è animato da questo calibro.

Verrebbe da pensare che la generazione successiva munita del primo calibro cronografico di Rolex sia la preferita dei collezionisti, invece la vera stella qui è il Daytona “Zenith” ref. 16520. Per quale motivo? Il mondo dell’orologeria ama le stranezze e dopotutto stiamo parlando di un periodo insolito della storia di Rolex e del Daytona. I prezzi di questi modelli sembrano essersi stabilizzati intorno ai 31.300 euro per la variante con il quadrante bianco e a circa 36.000 euro per la versione con quadrante nero.

The iconic Rolex “Zenith” Daytona ref. 16520.
L’iconico Rolex “Zenith” Daytona ref. 16520.

4. Zenith Rainbow Flyback El Primero 02.0480.405

A proposito di Zenith, sul mercato si trovano molte occasioni per lo Zenith Rainbow Flyback El Primero, un modello sviluppato a metà degli anni ’90 per l’aeronautica francese. L’accordo prevedeva che Zenith consegnasse 1.000 orologi all’anno per quattro anni, ma poco dopo, a seguito delle elezioni in Francia, il contratto venne disdetto e Zenith ripiegò presentando l’orologio in veste civile all’edizione 1997 di Baselworld.

Lo Zenith Rainbow Flyback El Primero misura 40 mm di diametro, 12,6 mm di spessore ed è animato dal calibro El Primero 405. Gli orologi colorati stanno giustamente tornando di moda, perché quindi non approfittarne per acquistare un Rainbow Flyback El Primero? I prezzi partono già da 3.100 euro circa.

Zenith Rainbow Flyback El Primero 02.0480.405
Lo Zenith Rainbow Flyback El Primero 02.0480.405.

5. TAG Heuer CS3110 e CS3111

Restiamo in tema di cronografi abbordabili con un eccezionale Carrera del 1994 disponibile in versione nera (ref. CS3111) o argento (ref. CS3110). Entrambi i modelli fecero il loro debutto in occasione del 30° anniversario del Carrera e sono tra i migliori cronografi neo-vintage per veri intenditori.

L’orologio fu creato dopo che TAG acquisì Heuer, ma il DNA è tutto Carrera. L’architettura della cassa è affilata, con anse lunghe e affusolate. Le lancette e gli indici sono luminescenti grazie al trizio, quindi migliorano con l’avanzare degli anni. Il diametro è di 36 mm, un’ottima scelta per i polsi piccoli o medi. Con prezzi che partono da circa 2.700 euro, l’orologio è più che accessibile.

Released on the 30th anniversary of the Carrera: the TAG Heuer CS3110
Presentato in occasione del 30° anniversario del Carrera: il TAG Heuer CS3110.

6. Cartier Santos 2319

Ecco il primo modello che probabilmente dovrei tenere segreto perché sto risparmiando per comprarlo: il Cartier Santos ref. 2319 creato per il salone SIHH del 2002 limitato a 2.000 pezzi.

L’orologio presenta il classico aspetto e carattere di Cartier ma con un tocco sportivo dato dalle lancette luminescenti e degli indici delle ore su un quadrante grigio ardesia. Consideratelo il Rolex Explorer di Cartier. La cassa misura 29 mm, ma per via della sua forma quadrata risulta più vicino ai 35/36 mm. Sarebbe il candidato perfetto per una riedizione ma per ora è possibile trovare delle versioni neo-vintage a circa 6.700 euro. Affrettatevi perché i prezzi stanno salendo!

Take a closer look at this Cartier Santos 2319
Il Cartier Santos 2319 nel dettaglio.

7. Rolex Turn-O-Graph 116264

L’ultimo Rolex della lista. Di solito, molti si annoiano a sentir parlare di Rolex, ma questa è una vera chicca: il Rolex Turn-O-Graph, soprannominato “Thunderbird” per via del suo legame con la squadra acrobatica della US Air Force. Si tratta di un modello imparentato con il Datejust, la cui lunetta girevole ha ispirato il Submariner. Quindi può essere considerato un orologio di spicco tra i modelli sportivi di Rolex.

È possibile reperire referenze a quattro cifre degli anni ’50, ma oggi ci concentreremo sugli ultimi esemplari dei primi anni 2000 con la classica cassa da 36 mm in acciaio o bicolore, l’indicazione della data in stile “Roulette” e lancetta dei secondi rosso vivo.

Se siete alla ricerca di un orologio versatile a metà tra lo sportivo e l’elegante, questo non ve lo dovete lasciar scappare. È molto improbabile che verrà rilanciato e ciò contribuisce ulteriormente alla sua rarità. I prezzi per la referenza 116264 partono da circa 5.800 euro e il valore è piuttosto stabile.

The "Thunderbird" aka. Rolex Turn-O-Graph 116264
Il Rolex Turn-O-Graph 116264, noto anche come “Thunderbird”.

8. IWC Da Vinci Perpetual Calendar Chronograph 3751

Un solido cronografo rattrapante in oro con calendario perpetuo a partire da circa 11.000 euro. Ripeto: un solido cronografo rattrapante in oro al prezzo di un Datejust 41!

Il Da Vinci è un eccellente modello neo-vintage. Questo IWC ref. 3751 ha fatto il suo debutto nel 1995. Offre il classico calendario perpetuo di IWC con finestrella dell’anno a quattro cifre a ore 7 che in combinazione con la funzione rattrapante permette di cronometrare eventi multipli. Il tutto disponibile a scelta in oro 18 carati o in platino.

Il Da Vinci non è per tutti i gusti ma bisogna ammettere che ha un ottimo rapporto qualità prezzo.

IWC Da Vinci Perpetual Calendar Chronograph 3751
L’IWC Da Vinci Perpetual Calendar Chronograph 3751.

9. Omega Speedmaster 3594.50

Questo è l’altro orologio per cui sto risparmiando: l’Omega Speedmaster 3594.50, sfortunatamente denominato “Replica”. L’orologio è stato lanciato nel 1997 per celebrare il 40° anniversario dello Speedmaster ed è stato prodotto per sei anni fino alla sua messa fuori produzione nel 2003.

Alcuni lo chiamano “Frankenwatch” (un mix delle parole “Frankenstein” e “watch”), ma io direi che si tratta più di una compilation dei migliori successi dell’orologeria. Infatti, combina le lancette in stile Broad Arrow con una più recente cassa MoonSwatch con anse a lira. La lunetta in acciaio insieme al logo Omega applicato e al carattere tipografico rétro per il nome di Omega sono eccezionali. Al suo interno batte il calibro 1861, quindi è facile da revisionare e riparare se necessario.

I prezzi possono scendere fino a 3.600 euro, ma è bene fare attenzione ai segni di usura sulle lancette e magari spendere 4.500 euro per un esemplare in condizioni migliori.

Do not miss this one: Omega Speedmaster 3594.50
Assolutamente da non perdere: l’Omega Speedmaster 3594.50.

10. Patek Philippe Aquanaut 5060A e 5060J

Il Patek Philippe Aquanaut ref. 5060 è stato lanciato nel 1997 per attirare una clientela più giovane. Avrebbero potuto semplicemente inventare Instagram ma diciamo che anche questa creazione non è niente male.

L’Aquanaut ha vissuto un picco di popolarità negli ultimi anni, ma perché non accaparrarsi direttamente l’originale? Potete scegliere tra la variante sportiva in acciaio o quella elegante in oro giallo, entrambe reperibili a partire da 34.000 euro. L’orologio è stato inizialmente presentato come il “Nautilus-Aquanaut” ed è ancora possibile trovare esemplari con la scritta Nautilus sulla chiusura.

Dress up with a yellow gold Patek Philippe Aquanaut 5060J
L’elegante Patek Philippe Aquanaut 5060J in oro giallo.

L’epoca tra la fine degli anni ’90 e i primi anni 2000, nota nel mondo anglofono come Y2K, è una miniera di orologi sublimi se sapete cosa cercare e questa top 10 vuole essere un punto di partenza. L’importante è ricordare che a volte vale la pena cercare dove gli altri non cercano.

Volete saperne di più sui nostri orologi più venduti? Non perdetevi l’articolo di Pascal sugli orologi più popolari su Chrono24!


Sull'autore

Thomas Hendricks

Non sono cresciuto con la passione per gli orologi, ma dopo la mia laurea ho iniziato a lavorare per la rivista online Watchonista come autore e specialista di marketing. In modo semi scherzoso i miei colleghi mi hanno detto: "Benvenuto nel mondo degli orologi, da cui nessuno va più via!" Ora lavoro da Chrono24 come consulente privato e aiuto le persone a trovare l'orologio perfetto per i momenti più importanti della loro vita.

Vai all'autore

Ultimi articoli

Gli orologi Breitling più economici
22.02.2024
Modelli
 4 minuti

Alla ricerca degli orologi Breitling più economici fino a 5.000 euro

di Donato Emilio Andrioli
2-1-Top-3
17.01.2024
Modelli
 6 minuti

Cinque orologi (non di Rolex) con quadrante Explorer

di Sebastian Swart
ONP-783-2-1
16.01.2024
Modelli
 6 minuti

Orologi con quadrante rosa: in o out?

di Pascal Gehrlein