24.11.2022
 7 minuti

Top 5 degli orologi di lusso su cui investire nel 2023

di Jorg Weppelink
Vacheron-Constantin-2-1
Sul nostro canale YouTube trovi ancora più recensioni, tutorial, discussioni e interviste sul tema degli orologi di lusso

Sebbene gli orologi siano fatti per essere indossati, negli ultimi dieci anni è aumentato rapidamente il numero di persone che li considerano oggetti di investimento. Il mondo dei segnatempo di lusso meccanici può rivelarsi molto proficuo se si sa su quali modelli investire. Ma nel 2022 i prezzi di alcuni degli orologi da investimento più popolari hanno subito una battuta d’arresto: un buon rendimento non è più una certezza. I modelli colpiti più duramente sono stati il Royal Oak di Audemars Piguet e il Nautilus e l’Aquanaut di Patek Philippe.  

Vuol dire che non sono più un buon investimento? Ad essere sinceri, per il momento non consiglierei di acquistare uno di questi esemplari, soprattutto se si vuole ottenere un ritorno economico rapido. Se il tempo non è un problema, invece, potreste sempre prendere in considerazione l’acquisto e vedere l’evoluzione dei prezzi in futuro. Oggi però vogliamo presentarvi cinque orologi che hanno registrato un aumento di valore e che dovrebbero avere un buon andamento nel 2023. Se siete alla ricerca di un Rolex o Omega vi consiglio di leggere i due articoli dedicati proprio a queste marche perché qui l’attenzione sarà rivolta ad altri brand. 

1. IWC Ingenieur SL “Jumbo” Ref. 1832

The IWC Ingenieur SL "Jumbo"
IWC Ingenieur SL “Jumbo”

Il primo orologio della nostra selezione è il terzo componente della famosa trilogia di orologi sportivi ideati da Gérald Genta. L’IWC Ingenieur SL “Jumbo” ref. 1832 fu lanciato nel 1976, lo stesso anno di uscita del Nautilus di Patek Philippe. A Genta fu richiesta un’interpretazione moderna dell’Ingenieur di IWC nato negli anni ’50. Il risultato fu un segnatempo che si sposava alla perfezione con il profilo dell’Ingenieur. La cassa è rotonda e misura 40 mm e il bracciale è integrato. Per la creazione della sua trilogia Genta sfruttò sapientemente diverse forme: quella ottagonale per il Royal Oak, quella quadrata per il Nautilus e quella rotonda per l’Ingenieur. Fondamentalmente usò tutte le forme logiche simmetriche.  

L’Ingenieur di IWC non è sottile come il Royal Oak di Audemars Piguet o il Nautilus di Patek Philippe. Il motivo è legato alla struttura antimagnetica della cassa che protegge l’orologio dai forti campi magnetici in cui operano gli ingegneri. All’interno batte il calibro antimagnetico 8541ES IWC a carica automatica, un movimento che si è rivelato il compagno perfetto per il compito da svolgere. La magia dell’Ingenieur si ritrova anche nella parte frontale dell’orologio, disponibile con quadrante nero o grigio, entrambi con un motivo ispirato alla carta millimetrata. Acquistare un IWC Ingenieur SL “Jumbo” ref. 1832 significa entrare in possesso di uno straordinario pezzo di storia orologiera. Anche se non è così popolare come il Royal Oak e il Nautilus, fa parte della stessa eredità di Genta. I prezzi per un un Ingenieur firmato Genta vanno da 28.000 a 35.000 euro. Data la sua storia e il suo retaggio, la logica suggerisce che i prezzi di questo modello continueranno a salire nel tempo. 

2. Patek Philippe Ref. 5172G Chronograph

The Patek Philippe ref. 5172G chronograph
Patek Philippe ref. 5172G chronograph

Al momento il Nautilus e l’Aquanaut di Patek Philippe sembrano investimenti incerti con i loro prezzi astronomici che lentamente stanno tornando sulla terra. Ma Patek Philippe ha altri modelli ugualmente straordinari e apprezzati dai suoi fan. Un ottimo esempio è il Patek Philippe ref. 5172G cronografo, venerato soprattutto dagli estimatori di Patek che amano il lato più classico della marca. Lanciato nel 2019, il 5172G è un cronografo in oro bianco con quadrante blu scuro e cinturino in tinta. Quest’anno Patek ha presentato anche una seconda versione sempre con cassa in oro bianco ma con quadrante color salmone e cinturino marrone. Per la nostra selezione abbiamo scelto il modello uscito nel 2019 e che ha registrato un andamento di valore molto positivo.  

La cassa in oro bianco di 41 mm di diametro ha uno spessore di 11,45 mm che lo rende alquanto sottile e comodo da indossare per essere un cronografo. L’orologio è dotato di un vetro zaffiro di tipo “box” sul quadrante e un fondello in vetro zaffiro che consente di ammirare lo splendido calibro CH 29-535 PS di Patek Philippe. Se questo movimento è un capolavoro, altrettanto affascinante è il lato frontale con il suo quadrante blu verniciato con numeri arabi in oro bianco applicati. Un dettaglio che amo particolarmente è lo stile dei pulsanti cronografici ispirati al leggendario Patek Philippe 1463 “Tasti Tondi” degli anni ’50. Il bracciale coordinato in pelle blu crea un bellissimo segnatempo, fermamente radicato nel passato ma con un tocco di modernità. I prezzi di questo cronografo ref. 5172G sono cresciuti nel tempo e si attestano tra i 70.000 e gli 85.000 euro. Non sorprenderebbe vedere aumentare gradualmente il prezzo di partenza. 

3. Breitling Navitimer 806 1959 Re-Edition

The Breitling Navitimer 806 1959 Re-Edition
Breitling Navitimer 806 1959 Re-Edition

Un altro orologio che potrebbe rivelarsi un buon investimento è il Breitling Navitimer 806 1959 Re-Edition. Questa reinterpretazione moderna del classico Navitimer 806 è un segnatempo magnifico che dalla sua uscita nel 2019 ha riscosso molti apprezzamenti. Molti di voi conosceranno il Navitimer, l’orologio con il regolo calcolatore e il quadrante reverse panda. Tuttavia, la versione prodotta nei primi dieci anni aveva un quadrante completamente nero, sottoquadranti sempre neri e solo un anello bianco intorno al bordo. Tali esemplari sono noti proprio per questo come “All Black”. Breitling ha deciso di riproporre questo modello classico del 1959 con caratteristiche quasi identiche a quelle dell’originale. 

L’orologio ha una cassa in acciaio inox di 40 mm dallo spessore di 12,86 mm e una larghezza delle anse di 22 mm, ossia le stesse dimensioni del classico vintage del 1959. In particolare i designer di Breitling hanno voluto che la lunetta dell’orologio avesse 94 perline come l’originale. La differenza principale sta nell’impiego del moderno calibro Breitling B09, un moderno sostituto dell’iconico Venus 178 che animava la versione originale. Breitling ha prodotto 1.959 esemplari di questa meravigliosa riedizione limitata. Inutile dire che sono stati venduti tutti in pochissimo tempo. I prezzi sono aumentati alla fine del 2021 e sono calati solo leggermente nel corso del 2022. Dato che si tratta di una bellissima edizione limitata sono convinto che registreranno un’ulteriore evoluzione positiva.  

4. Girard-Perregaux Laureato 42 Infinity Edition

The Girard-Perregaux Laureato
Girard-Perregaux Laureato

Se conoscete la storia degli orologi sportivi moderni con bracciale integrato, probabilmente avete già sentito parlare del Laureato di Girard-Perregaux. Il nome Laureato apparve per la prima volta nel 1975, un anno prima dell’arrivo del Nautilus e dell’Ingenieur firmati da Genta. Il Laureato era un orologio sportivo moderno con cassa molto sottile, lunetta ottagonale rialzata e bracciale integrato. La differenza principale rispetto alla trilogia di Genta era il movimento al quarzo, che ai tempi lo rese molto popolare tra gli appassionati. Negli anni ’70 gli orologi al quarzo erano di gran moda e il Girard-Perregaux Laureato riuscì a farsi un nome. La collezione attuale è stata presentata nel 2016 e trae chiaramente ispirazione dal modello originale. 

Il Girard-Perregaux Laureato 42 Infinity Edition ha una tiratura limitata a 188 pezzi ed è stato creato per il commerciante tedesco di gioielli Wempe. L’orologio ha una cassa di 42 mm e uno spessore di soli 10,7 mm che gli dona un aspetto elegante e snello. Ad animare l’orologio è il calibro automatico in-house GP01800-1404. Il Laureato si contraddistingue per il suo quadrante in onice nera. Mentre i modelli standard presentano sul quadrante dei motivi clou de Paris, questa variante profondamente nera è semplicemente sorprendente. I 188 esemplari prodotti da Girard-Perregaux sono stati venduti tutti. Il prezzo di vendita al dettaglio al momento del lancio nel 2020 era di 14.000 euro, mentre i prezzi attuali vanno da 17.000 a 20.000 euro circa. Considerando che si tratta di un’edizione limitata molto bella esteticamente ritengo che l’andamento di lenta crescita continuerà nel tempo.  

5. Vacheron Constantin Overseas 4500V Brown Dial

The Vacheron Constantin Overseas 4500V
Vacheron Constantin Overseas 4500V

Probabilmente vi è già capitato di sentir parlare del Vacheron Constantin Overseas. L’ho inserito nell’elenco degli orologi in cui investire anche lo scorso anno. Sebbene i prezzi abbiano registrato una crescita per diverso tempo, anche l’Overseas 4500V ha subito una battuta d’arresto. Se non conoscete bene la marca e l’orologio, ecco una breve panoramica: Vacheron Constantin forma insieme a Patek Philippe e Audemars Piguet la cosiddetta santissima trinità dell’orologeria svizzera. Chi meglio di questa maison poteva quindi realizzare un orologio sportivo di lusso in acciaio inossidabile? L’Overseas si ispira al Vacheron Constantin 222 degli anni ’70, che ha fatto il suo glorioso ritorno all’inizio di quest’anno in una versione moderna e completamente in oro. L’Overseas è sicuramente un orologio da tenere d’occhio nonché una rivisitazione in chiave moderna di un orologio sportivo. 

Il Vacheron Constantin Overseas 4500V fa concorrenza diretta al Nautilus e al Royal Oak e la sua popolarità è cresciuta costantemente negli ultimi anni. I prezzi di questo orologio non si avvicinano ai livelli dei suoi leggendari competitor. Le versioni attualmente disponibili dell’Overseas sono scese di prezzo proprio come i suoi grandi concorrenti, tuttavia esiste una versione speciale che è ancora costosa e che probabilmente rimarrà tale perché fuori produzione: l’Overseas 4500V con quadrante marrone che è stato prodotto solo per un anno, dal 2016 al 2017. Il quadrante marrone scuro dona all’orologio una nota di individualità e un’ulteriore iniezione di classe che, a mio avviso, non ha eguali nella categoria degli orologi sportivi moderni in acciaio inossidabile con bracciale integrato. I prezzi della versione con quadrante marrone partono da poco più di 40.000 euro per superare i 65.000 euro. Data la sua rarità e la messa fuori produzione, questa bellissima edizione dell’Overseas 4500V potrebbe aumentare significativamente di valore. 

Eccoci giunti al termine della nostra selezione dei cinque orologi di lusso che potrebbero rivelarsi degli ottimi investimenti nel 2023. Non mi rimane altro che dirvi: tenete pronta la carta di credito e buona fortuna per la vostra ricerca! 


Sull'autore

Jorg Weppelink

Ciao, sono Jorg e scrivo articoli per Chrono24 dal 2016. La mia collaborazione con Chrono24 è però iniziata prima, dato che ho cominciato ad appassionarmi di orologi …

Vai all'autore

Ultimi articoli

IMG_1477_Header 2 zu 1
28.11.2022
Dati e tendenze
 7 minuti

I momenti clou del 2022 per il mondo dell’orologeria

di Jorg Weppelink
Watch-Purchasing-East-West-Magazin-2-1
27.09.2022
Dati e tendenze
 2 minuti

Il mercato degli orologi in Asia e negli USA: Oriente e Occidente a confronto

di Thomas Hendricks
OFP-178-Young_vs_Oldr-2-1
19.09.2022
Dati e tendenze
 3 minuti

30enni vs 40enni: quali sono gli orologi preferiti dalle singole fasce d’età?

di Thomas Hendricks

In rilievo

Patek-Philippe-Nautilus-2-1
Audemars Piguet
 6 minuti

5 orologi su cui investire nel 2022

di Jorg Weppelink
5-Rolex-Invest-2-1
Rolex
 6 minuti

La nostra Top 5 dei Rolex su cui investire nel 2022

di Jorg Weppelink
Patek Philippe Top 10 Brands Magazin-2-1
Marche
 6 minuti

Top 10 delle migliori marche del momento

di Jorg Weppelink
Patek-Philippe-Nautilus-2-1
Audemars Piguet
 6 minuti

5 orologi su cui investire nel 2022

di Jorg Weppelink
Patek Philippe Top 10 Brands Magazin-2-1
Marche
 6 minuti

Top 10 delle migliori marche del momento

di Jorg Weppelink