Protezione Acquirenti Garanzia di autenticità Perché Chrono24? Italia  | EUR
LoginLogin

Gli orologi con soprannome

Bert Buijsrogge
24.11.2017
Condividi articolo:
Rolex Daytona 'Paul Newman', Foto: © Bert Buijsrogge Rolex Daytona 'Paul Newman', Foto: © Bert Buijsrogge
Bert Buijsrogge
24.11.2017

 

Molti orologi hanno un soprannome. Possono essere divisi in diverse categorie ma tutti hanno un motivo ben preciso. Per esempio, sono stati indossati regolarmente da personaggi famosi oppure presentano caratteristiche così peculiari che il soprannome viene subito in mente non appena si dà uno sguardo al quadrante. Ad alcuni sono stati conferiti nomignoli poiché dotati di difetti che comparivano solo molti anni dopo la loro introduzione. Causa di ciò potrebbe essere il materiale che cambia aspetto nel tempo poiché sbiadisce, o per altri motivi.

 

Orologi indossati da celebrità

Rolex dispone di un’ampia gamma di orologi che hanno lo stesso nome di alcune celebrità; probabilmente il “Daytona Paul Newman” è quello più famoso. Prodotto alla fine degli anni ’60 e agli inizi degli anni ’70, a questo orologio è stato conferito il nome del leggendario attore statunitense. Sebbene esistano diverse storie al riguardo, l’origine del soprannome è quasi sicuramente riconducibile al film “Indianapolis pista infernale”. Uscito nei tardi anni ’60, in questo lungometraggio Paul Newman veste i panni di un pilota da corsa con al polso un cronografo in acciaio. Negli anni che seguirono, Paul Newman fu ripetutamente fotografato mentre indossava un Rolex Daytona 6239 con quadrante “esotico”.

Questo Daytona è ormai il Rolex vintage più famoso del mondo. Strano ma vero: all’epoca questo modello costava soltanto 300 dollari e non era affatto facile da vendere. Oggi è diventato quasi impagabile e durante una recente asta il nuovo proprietario ha dovuto pagare 1,1 milioni di dollari per ottenerlo.

 

Il colore come fonte d’ispirazione

 

Alcuni orologi presentano delle combinazioni di colore talmente stravaganti che trovare un soprannome diventa quasi un obbligo. Pensiamo ai Rolex GMT-Master definiti “Pepsi” e “Coke”. Il primo con i colori rosso e blu sulla lunetta ricorda l’etichetta della famosa bibita gassata “Pepsi”, l’altro con la combinazione rosso e nero rimanda invece alla “Coca Cola”. “Kermit” e “Hulk” sono i soprannomi del modello Rolex Submariner uscito in occasione dell’anniversario e del suo successore non ufficiale. L’acronimo LV del nome sta per “lunette verde” e per la prima versione dell’LV è stato fin da subito scelto il nomignolo Kermit.

Il modello successivo, dotato di cassa più larga, lunetta in ceramica verde acceso e quadrante verde-oro, diventò “The Hulk”. Anche questo soprannome non ha tardato molto ad affermarsi. Se si guarda invece al Rolex GMT-Master II BLNR dalla lunetta in ceramica blu e nera, l’origine del soprannome potrebbe sembrare meno scontata. Dopo alcune ricerche abbiamo scoperto che qualche tempo fa era stato indetto un sondaggio online, nel quale i partecipanti scelsero “Batman” come appellativo preferito.

 

 

È tutta questione di dettagli

Anche dettagli che catturano l’attenzione possono essere il motivo che si cela dietro un determinato soprannome. Il Rolex Sea-Dweller venduto per tantissimi anni con due righe scritte in rosso è conosciuto come il “Double Red” (doppio rosso) oppure “DRSD”. Appena le due righe in rosso scomparirono per presentare di nuovo quattro righe con scritta in bianco, si usò definirlo il “Great White” (grande bianco).

Il Rolex Explorer 1655 era dotato di una grande lancetta delle 24 ore dalla forma di una freccia. Proprio per questo motivo si diede a questo modello il soprannome “Freccione”.

 

La bellezza dell’invecchiamento

Rolex 'Spider dial'

Rolex ‘Spider dial’, Foto: © Bert Buijsrogge

 

In passato esistevano determinati modelli di Rolex il cui materiale ha “sofferto” con il passare del tempo subendo cambiamenti di colore in punti specifici dell’orologio. Un ottimo esempio è il quadrante dalla superficie così consumata da assumere le sembianze di una ragnatela, che spiega l’esistenza di una categoria definita “Spider Dials”. I sotto-quadranti di alcuni Rolex Daytona con referenza 16520 sono così ossidati che la tonalità di colore è cambiata diventando marrone scuro. Il banditore d’aste Osvaldo Patrizzi scoprì questo particolare mentre era impegnato con la vendita del modello durante un’asta e divenne di conseguenza fonte d’ispirazione per il soprannome “quadrante Patrizzi”. Secondo alcuni racconti, l’orologio fu poi rivenduto al doppio della cifra stimata.

Gli orologi sono diversi dagli altri oggetti di lusso, specie quando si tratta di articoli vintage. Alcuni segnatempo devono il proprio soprannome o nomignolo ad un processo che viene considerato un difetto in altri ambiti. Ottimi esempi sono gli orologi con lunetta o quadrante sbiaditi. Anni e anni di usura contribuiscono a far schiarire il colore, un particolare estetico considerato unico dai collezionisti. Un quadrante “tropicale” è visto da molti come il vero punto di forza che conferisce valore all’orologio. Modelli dotati di lunetta sbiadita vengono spesso chiamati “ghost” ovvero fantasma.

 

Rolex Daytona 'Patrizzi Dial'

Rolex Daytona ‘Patrizzi Dial’, Foto: © Bert Buijsrogge

 

I film

Non solo Rolex può vantare una tale varietà di soprannomi per i propri modelli. Chuck Maddox, collezionista ed esperto di orologi vintage nonché appassionato di film di fantascienza (ecco spiegato il richiamo a Guerre stellari), è l’ideatore di diversi appellativi. Coniò infatti i nomi “Darth Vader” e “Anakin Skywalker” per il Seamaster ref. 145.0023 poiché il modello era reperibile con cassa rivestita in uno strato nero-scuro.

Il contrasto non poteva essere maggiore con la versione in acciaio che non era “ancora passata al lato oscuro” e perciò rinominata “Anakin Skywalker”. Infine va menzionato il modello con referenza 145.0024 definito “Jedi”. Una casa d’aste attribuì erroneamente questa definizione ad un altro orologio del proprio catalogo, motivo per cui non esiste tuttora chiarezza relativamente a quale orologio appartenga veramente questo soprannome.

 

Altri articoli

Tudor vs. Rolex

Tre modelli Rolex insoliti

Gli orologi leggendari: Rolex Daytona

Articoli selezionati

01.12.2016 di
Continua a leggere
30.11.2016 di
Continua a leggere